07/12/2021velature lievi

08/12/2021pioggia

09/12/2021pioggia e neve

07 dicembre 2021

Conegliano

Si inaugura “Doni da scoprire”, la mostra a Palazzo Sarcinelli che svela i tesori nascosti di Conegliano

Un’occasione rara per ammirare le opere che numerosi artisti hanno donato alla città e che di solito non sono visibili al pubblico

| Sara Saccon |

immagine dell'autore

| Sara Saccon |

Gigi Candiani a Palazzo Sarcinelli

CONEGLIANO- “Natura da vedere” è questo il tema della mostra che verrà inaugurata domani 29 agosto a Palazzo Sarcinelli e che resterà aperta al pubblico fino al 27 settembre. Preceduta dal successo dell’edizione 2019, l’esposizione si inserisce in un ciclo di mostre che – ottimisticamente - continueranno ad animare la città anche nei prossimi anni, sempre con l’intento di esporre quelle prestigiosissime opere che in passato e anche più recentemente gli artisti hanno donato a Conegliano.

È la stessa curatrice della mostra, Lorena Gava, a illustrarci con passione e in anteprima la ricchezza e il valore di questo patrimonio artistico nascosto, che accoglie artisti diversi tra loro, distanti nel tempo e negli stili, ma tutti legati dal passaggio nella città del Cima. “Abbiamo scelto la natura come soggetto principale, perché è uno dei temi più ricorrenti e sentiti nei quadri donati. Questo tema viene declinato in tanti rivoli e sfaccettature, a partire dalle molteplici immagini di paesaggi o dalle suggestive composizioni di fiori. La mostra rappresenterà un dialogo continuo tra passato e presente, in stili e forme diversi, attraverso quella che è l’evoluzione del linguaggio, le contaminazioni”, spiega la dott.ssa Gava.

“Epoche lontane e vicine, immagini del secolo scorso e voci attualissime del nostro millennio convivono come perle di una stessa collana dentro le mutazioni del tempo che fluisce”, aggiunge la curatrice. Un’occasione preziosa, quella che si offre ai coneglianesi e non solo, e che di certo stuzzica la curiosità di chi vorrebbe apprezzare quei quadri custoditi nei depositi comunali e che vanno incontro ai gusti di tutti, vista la diversità e la vastità degli artisti coinvolti.

In particolare, l’ospite per eccellenza sarà il grande artista mestrino Gigi Candiani, al quale sarà dedicata una saletta con le opere che lui e, recentemente, la sua famiglia hanno donato a Conegliano. “Candiani è uno dei pittori più importanti del secondo ‘900, fornaio che amava dipingere en plein air e depositario della scuola veneta per quanto riguarda il suo studio sulla luce e il colore”, spiega Gava.

Insomma, un appuntamento da non perdere, per rientrare e immergerci nel nuovo clima settembrino con una boccata di arte e cultura che la nostra città ci offre!
 

Per chi volesse, il 12 settembre ci sarà una visita guidata gratuita con la curatrice della mostra. Per motivi di sicurezza massimo venti persone.

In ordine, le opere appartengono a Gigi Candiani, Manuela Bordin e Marco Rosellini.

 



foto dell'autore

Sara Saccon

Leggi altre notizie di Conegliano
Leggi altre notizie di Conegliano

Dello stesso argomento

immagine della news

09/09/2020

Steve McCurry fa tappa a Conegliano

La mostra "Icons" da dicembre verrà ospitata nelle sale di Palazzo Sarcinelli: il meglio della produzione del grande fotografo americano in oltre 100 scatti

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×