23 aprile 2021

Treviso

Sfruttatore di trans accoltella e pesta i rivali

In manette un 25enne di origine rumena. Il suo fidanzato denunciato a piede libero

| Matteo Ceron |

immagine dell'autore

| Matteo Ceron |

Sfruttatore di trans accoltella e pesta i rivali

SPRESIANO – Poteva scapparci il morto nel regolamento di conti dovuto all’occupazione dei posti in cui in trans si prostituiscono a Spresiano.

Un rumeno di 25 anni, N.B., è stato tratto in arresto perché in un’occasione aveva ferito con delle coltellate agli arti un transessuale connazionale di 28 anni ed in un’altro episodio aveva ferito gravemente il fidanzato di quest’ultimo, dopo averlo colpito con un palo in ferro di quelli che comunemente sorreggono i segnali stradali.

Ieri sera la squadra mobile della Questura di Treviso è andata a prelevarlo a casa sua, in via Campagnola a Spresiano, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del Tribunale di Treviso.

La vicenda ha inizio ad agosto scorso, quando il trans di 28 anni chiede di essere ospitato a casa del fidanzato di N. B., pure lui rumeno e transessuale, di 31 anni. N.B. pretende che l’ospite corrisponda il pagamento di un “affitto” per il posto occupato lungo la Pontebbana a Spresiano per prostituirsi.

In un primo momento l'ospite accetta, dandogli 200 euro, ma poi, quando ci sono altre richieste, si rifiuta di pagare.

Per questo ne nasce una discussione, che poi degenera nell’accoltellamento. L’episodio si verifica nella notte tra il 13 ed il 14 ottobre scorsi.

Il trans ferito nei giorni seguenti, per paura di altre ritorsioni fa venire da Torino in suo aiuto il fidanzato, il marocchino di 28 anni. I quattro nei giorni seguenti decidono di incontrarsi, l’idea apparentemente è quella di avere un confronto pacifico. Ma ben presto le cose precipitano. Il nervosismo di N.B. viene alimentato dalla notizia che gli dà il trans di 28 anni: a breve si sarebbe trasferito lì da Torino un altro transessuale ancora, suo amico, e si sarebbe prostituito proprio nello stesso posto in cui si prostituiscono sia lui che il fidanzato dello stesso N.B.

E tutti e due non hanno intenzione di pagare alcunché per l’occupazione della piazzola.

Una notizia che manda su tutte le furie il 25enne rumeno, scoppia il finimondo ed aggredisce il marocchino di 28 anni con il palo, tagliandolo profondamente in vari punti del corpo con le viti appuntite che spuntano dalla base.

Il rumeno 25enne finito in manette è stato arrestato per sfruttamento della prostituzione, estorsione e lesione personali gravi. Denunciato a piede libero per gli stessi reati anche il fidanzato.

 

(Nelle foto, dall'alto verso il basso: il punto in cui si prostituivano i trans, l'arresto del 25enne rumeno ed il palo con cui ha picchiato il marocchino)

 

 


| modificato il:

foto dell'autore

Matteo Ceron

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×