29 gennaio 2020

Conegliano

SEQUESTRATI 15 MILA CHILI DI STRACCHINO "FALSO"

Solo il 2% era stato prodotto con latte italiano, il restante con latte slovacco

| commenti | (13) |

| commenti | (13) |

SEQUESTRATI 15 MILA CHILI DI STRACCHINO

SUSEGANA - Diverse confezioni di formaggio stracchino con falsa etichettatura sono state sequestrate dal Corpo forestale dello Stato e dall'Icqrf (Ispettorato Centrale della Tutela della Qualità e Repressione Frodi dei Prodotti Agroalimentari) di Susegana, nel corso di un'ispezione ad una ditta trevigiana.

Stracchino e 'Bastardo' veneto erano in realtà di provenienza slovacca.

L'accusa ai produttori è di 'frode nell'esercizio del commercio e vendita di prodotti industriali con segni mendacì. Sotto sequestro, soprattutto, gli involucri: il formaggio, infatti, veniva confezionato con un'etichetta di colore blu, dove risultava ben evidente la dicitura 'Prodotto con buon latte italiano', utilizzando inoltre il marchio CE che era stato revocato di recente allo stabilimento di produzione.

Durante le operazioni di controllo è stato tra l'altro ispezionato un autoarticolato proveniente dalla Slovacchia che trasportava oltre 15mila chilogrammi di stracchino e più di una tonnellata di formaggio tipico veneto denominato 'Bastardo'.

Dalle verifiche è emerso che il formaggio non era stato prodotto con latte italiano, ma con latte proveniente da una ditta di Bratislavska (Slovacchia) che non poteva certo fregiarsi del marchio 'Made in Italy'.

Il 98% dello stracchino é risultato acquistato all'estero, mentre solo il 2% è risultato di produzione italiana.

Alle indagini, avviate dopo le analisi sulle confezioni pronte per la spedizione, ha collaborato il Dipartimento di Prevenzione - Servizio Veterinario dell'Asl 8 di Montebelluna nel settore della sicurezza agroalimentare.

 

Leggi altre notizie di Conegliano
Leggi altre notizie di Conegliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×