24/06/2024pioggia e schiarite

25/06/2024nubi sparse e rovesci

26/06/2024possibili temporali

24 giugno 2024

Esteri

Selfie di gruppo, l’imbarcazione si rovescia: 7 morti e 2 dispersi

E’ successo in Indonesia. Le vittime degli scatti estremi sono sempre più frequenti

|

|

selfie

INDONESIA - Volevano solo scattarsi un selfie, ma hanno esagerato. In 20 si sono messi in piedi da una parte dell’imbarcazione per scattare una foto che sarebbe di certo finita sui social, ma il barcone non ha retto e, capovolgendosi, ha fatto finire tutti in acqua. Il bilancio dell’incidente, avvenuto pochi giorni da a Giava, in Indonesia, è tragico: sette i morti, 2 i dispersi, 11 le persone tratte in salvo.

 

“Le 20 persone hanno scattato un selfie sul lato destro, poi la barca ha perso l'equilibrio e si è ribaltata” ha dichiarato Ahmad Lufti, capo della polizia di Giava. È stata aperta un'inchiesta per determinare se ci sia stata negligenza da parte degli organizzatori del giro in barca. Lufti ha aggiunto che al timone c'era un ragazzino di 13 anni.

 

“Con il decesso di queste sette persone - evidenzia Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti" - c’è una strage silenziosa da selfie. Video e diretta Facebook, una strage continua, una messa in fila di vite sprecate, che davvero è difficile da decifrare con qualsiasi parametro riconducibile al buonsenso della persona umana. Una follia che, come rileva il Rapporto Italia 2019 di Eurispes, in sei anni, nel periodo compreso tra il mese di ottobre 2011 e quello di novembre 2017, ha contato ben 259 vittime, giovanissimi che hanno perso la vita nel tentativo di scattarsi un selfie “pericoloso” per poi condividerlo sui social”.

 


| modificato il:

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×