25 novembre 2020

Oderzo Motta

"Se lo conosci lo eviti: come tenere sotto controllo il Covid"

I professori dell'istituto Scarpa, in un webinar, dicono tutto del virus ai loro studenti

| Roberto Grigoletto |

immagine dell'autore

| Roberto Grigoletto |

MOTTA DI LIVENZA - Prevenire è meglio di curare. È vero, sempre. In epoca di coronavirus ancora di più. Difendersi dal contagio si può, quando il nemico lo si conosce e si impara ad affrontarlo. A cominciare dalla scuola, magari. Come sta provando a fare l’Istituto superiore “Scarpa” di Motta di Livenza, i cui insegnanti hanno registrato un webinar (“Covid 19: conoscenza e prevenzione”) con cinque video-incontri, a disposizione di tutte le altre scuole nella piattaforma S.O.F.I.A del Ministero dell’Istruzione.

Non video-lezioni pure e semplici: concluso ciascun contributo dell’esperto, agli studenti verranno proposte tracce di riflessione e domanda a scelta multipla per verificare l’apprendimento dei contenuti veicolati. Si descrive il virus come agente infettivo (biologia vitale); si indicano il possibile decorso della patologia e i sintomi ai quali prestare attenzione (patogenesi); si forniscono informazioni sui fattori che favoriscono il diffondersi del contagio, come contenerlo e a quali sono i test diagnostici ai  quali sottoporsi. Infine come ci si può e ci si deve muovere all’interno degli spazi scolastici secondo i protocolli anticovid.

Il prof. Raffaele Moscagiuri, insegnante di Scienze, è il direttore del corso (che rientra anche nel programma di educazione civica, insegnamento introdotto quest’anno): “A inizio anno, su proposta del collega Auci, ci siamo chiesti noi cosa possiamo fare come scuola per mettere in sicurezza i nostri ragazzi. Conoscere cosa sta accadendo quello che potrebbe ancora succedere è il prerequisito per persuadere i nostri ragazzi ad adottare comportamenti responsabili verso se stessi e gli altri”

 


| modificato il:

foto dell'autore

Roberto Grigoletto

Leggi altre notizie di Oderzo Motta
Leggi altre notizie di Oderzo Motta

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×