30/11/2022nuvoloso

01/12/2022pioviggine

02/12/2022pioviggine

30 novembre 2022

Treviso

Scuola e supplenze: "Si rischia anche per quest’anno scolastico un avvio incerto e disordinato"

L'appello lanciato dalla FLC CGIL di Treviso

| Roberto Grigoletto |

immagine dell'autore

| Roberto Grigoletto |

scuola supplenze

TREVISO - Come il panettone a Natale, le uova a Pasqua e il mare ad agosto, altra tradizione consolidatasi in anni e anni di tentativi falliti e volti a non reiterarla, è l’assenza di supplenti a scuola i primi giorni (che poi trascorrono in settimane e mesi) dell’anno scolastico. Ogni ministro dell’istruzione però, per tutta l’estate, la poesia dimostra di saperla ripetere a menadito. Si intitola: “Insegnanti tutti in cattedra dal primo giorno di settembre”.

 

Stavolta Patrizio Bianchi, l’attuale inquilino di viale Trastevere, deve aver prolungato le vacanze visto che non è destinato a sedersi ancora dietro a quella scrivania. Sta di fatto che l’ordinanza con la quale il suo ministero stabiliva l’aggiornamento delle graduatorie provinciali per le supplenze - note con l’acronimo GPS, che già tutto dire - obbligava gli aspiranti sostituiti a presentare le domande entro il 31 maggio per consentire alle scuole della provincia di concludere le operazioni entro il 20 luglio. Così da permettere a tutti coloro che avevano presentato domanda di inserimento e aggiornamento di conoscere sia il proprio punteggio, sia la propria posizione nelle graduatorie richieste. E contemporaneamente l’Ufficio Scolastico doveva pubblicare il quadro completo delle disponibilità delle istituzioni scolastiche provinciali ove erano e sono presenti le cattedre vacanti e disponibili al 31/08, al 30/06 e gli spezzoni orari da assegnare a supplenza per l’a.s.2022/2023.

 

“Tutto ciò non si è verificato, tant’è che tutti gli aspiranti hanno dovuto completare la procedura non avendo nessuna conoscenza delle disponibilità dei posti presenti nelle scuole” - attacca Marco Moretti, segretario FLC CGIL di Treviso. “A tutt’oggi, a meno di dieci giorni dall’avvio del nuovo anno scolastico, gli aspiranti attendono ancora la pubblicazione corretta delle Graduatorie Provinciali per le Supplenze e la pubblicazione del numero e dell’ubicazione delle disponibilità delle sedi scolastiche ove sono presenti posti vacanti, disponibili e spezzoni orari. Alla luce di tutto questo e contrariamente ai vari proclami del Ministro dell’Istruzione, si rischia anche per quest’anno scolastico un avvio incerto e disordinato con grave pregiudizio per tutta la scuola, per gli studenti, per le famiglie, per tutto il personale scolastico”. La CGIL scuola chiede quindi l’intervento immediato dell’Ufficio Scolastico Territoriale di Treviso per risolvere tutte le problematiche emerse ma anche l’urgente pubblicazione delle graduatorie provinciali con l’elenco delle sedi disponibili.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Roberto Grigoletto

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×