26 ottobre 2021

Castelfranco

La scuola media di San Floriano rimarrà a Villa Balbi per un altro anno

Maggioranza e opposizione hanno lavorato in sinergia per permettere la continuità dell'anno scolastico: «La politica ha fornito un bell'esempio alla città»

| Leonardo Sernagiotto |

immagine dell'autore

| Leonardo Sernagiotto |

Da sinistra: Sebastiano Sartoretto, Nazzareno Bolzon, padre Giampaolo Sartoretto, sindaco Stefano Marcon

CASTELFRANCO - «La politica sta dando un bell’esempio alla città: è stato fondamentale sedersi ad un tavolo per risolvere un problema che riguardava molte famiglie». Con queste parole il sindaco Stefano Marcon ha esordito la conferenza stampa di ieri, con la quale si annunciava la proroga della locazione di Villa Balbi, sede delle scuole medie di San Floriano, per tutto l’anno scolastico 2021-2022.

La villa doveva infatti essere riconsegnata all’Ordine dei Canonici Regolari Lateranensi, proprietari dell’immobile, in data 31 ottobre 2021, mentre gli studenti di San Floriano avrebbero dovuto iniziare l’anno scolastico nel nuovo istituto presso l’ex-convitto Maffioli, che tuttavia non sarebbe risultato terminato per tempo, costringendo a un difficoltoso spostamento degli studenti presso la scuola media Sarto con la conseguente effettuazione di doppi turni dovuti alla carenza di spazio.

Ora invece il contratto di locazione è stato prorogato al 30 giugno 2022, permettendo il completamento della nuova sede dell’istituto scolastico. In cambio, il canone di affitto mensile è stato aumentato da 7mila a 12mila euro, per un totale di 96mila euro, che riequilibria il fatto che l’immobile rimarrà bloccato per un altro anno. «Non siamo rimasti insensibili ai problemi della città» commenta padre Giampaolo Sartoretto, che aggiunge: «Siamo contenti della soluzione, perché villa Balbi è parte della nostra storia. Inoltre questa è politica, è fare il bene della polis superando steccati ideologici».

La proroga dell’affitto risulta dunque un risultato importante, che non sarebbe stato possibile raggiungere senza il decisivo contributo dei consiglieri di minoranza Nazzareno Bolzon e Sebastiano Sartoretto, che hanno lavorato fianco a fianco con l’amministrazione, tra cui gli assessori Franco Pivotti e Stefania Guidolin. Il consigliere Bolzon, da sempre vicino ai canonici Lateranensi, appena saputo dei problemi legati alla nuova sede delle medie di San Floriano, ha subito contattato padre Don Sandro Canton per trovare un accordo, che aiutasse le famiglie e che evitasse al Comune una penale da 100mila euro. Il capogruppo Sebastiano Sartoretto ha invece offerto le sue competenze tecnico-giuridiche: «Durante tutto il mese di agosto abbiamo trovato faticosamente una linea d’intesa, a dimostrazione che con il dialogo e la disponibilità le soluzioni arrivano anche per i problemi più spinosi».

«È come aver messo insieme il diavolo e l’acqua santa: bisogna solo capire chi è il diavolo e chi l’acqua santa» scherzano i due ex-avversari alla corsa di primo cittadino, che proprio sul futuro di Villa Balbi si sono scontrati duramente, con l’attuale sindaco non interessato all’acquisto dell’immobile, proposto invece in campagna elettorale dalla civica di centro-sinistra.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Leonardo Sernagiotto

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×