27 novembre 2020

Calcio

Calcio

Screening Covid-19, protocollo d’intesa regionale per tremila calciatrici

Calcio femminile apripista anche di un codice della prevenzione dentro e fuori dal campo

| Gianandrea Rorato |

| Gianandrea Rorato |

calcio femminile

VENEZIA - Forte di un movimento calcistico in crescita in termini di adesioni e attenzione pubblica, alla presentazione della stagione 2020-21 la Federazione Calcio Femminile del Veneto ha voluto dare alle società iscritte la possibilità di aderire ad un’attività convenzionata nei costi e nei servizi di screening Covid-19.

“Prevenire è fondamentale per dare continuità alla attività sportiva, con consapevolezza e senso di responsabilità – ha spiegato in conferenza stampa Paolo Tosetto, Responsabile Regionale della Divisione Calcio Femminile – In una stagione che richiede molti sacrifici anche economici, la possibilità di affrontare l’attività di screening in convenzione ovvero a costi e servizi agevolati pensiamo sia un sostegno valido per consentire di scendere in campo non solo per le partite ma anche per la consueta attività di allenamento in salute e in serenità, garantendo quei requisiti minimi di sicurezza per scongiurare lo stop”.

Il protocollo d’intesa “In pressing sul 19”è scritto dal Gruppo Centro di medicina per tutte le società iscritte a campionati di calcio femminile regionali, dove il riferimento al Covid serve per far intendere che la situazione non va presa alla leggera e l’avversario va letteralmente aggredito.

Tra i plus non sono la capillarità della presenza della rete di strutture sanitarie nelle 7 province venete, la disponibilità del personale infermieristico ad effettuare i test in loco, agli impianti sportivi. Non ultima la disponibilità di tutti i tipi di screening a tariffa convenzionata, dal classico Tampone Covid-19 (PCR - metodica molecolare) al Test sierologico metodo Abbott in chemiluminescenza fino al più recente Tampone rapido (Ricerca Antigene) - metodica in fluorescenza. Quest’ultimo esame, che ricerca direttamente l’antigene Sars-19 restituendo l’esito in appena 10 minuti, oltre alla rapidità dell’esecuzione dell’esito ha un altro vantaggio notevole, il costo.

“Questo è oramai diventato il test di elezione per le realtà produttive ma anche nei contesti sportivi e gli eventi dove la tempestività è fondamentale. Facendo lo screening direttamente sul luogo di lavoro è possibile verificare l’eventuale presenza di positivi e grazie alla rapidità dell’esito solo in questi casi fare subito il tampone molecolare (PRC) classico – spiega l’AD del gruppo Centro di medicina, Vincenzo Papes – Questo consente di aiutare le aziende a monitorare la loro situazione a costi contenuti, diventando un incentivo anziché un limite alla scelta del test migliore. Oltre alla rapidità, il test presenta un altro vantaggio notevole, il costo, allineato a quello del sierologico. Oggi lo screening non è solo una questione etica ma di credibilità dell’organizzazione stessa”.

Il protocollo d’intesa “In pressing sul 19” promosso dal Gruppo Centro di medicina con la supervisione della Federazione Calcio Femminile del Veneto, è valido per tutte le squadre dei campionati di Calcio femminile di Calcio di Eccellenza, Promozione, Under 19, Under 17 ed Under 15 e di Calcio a 5 di Serie C, un movimento di oltre 3500 giocatrici. “Il protocollo promuove non soltanto lo screening come fondamento del benessere sia della persona sia del gruppo ma anche le best practices della prevenzione dentro e fuori dal campo – conclude Paolo Tosetto, Responsabile Regionale della Divisione Calcio Femminile”

Per informazione è operativa una Segreteria Organizzativa che risponde al numero tel. 0438-661930 e alla mail covid@centrodimedicina.com

Nella foto: un gruppo di giocatrici che lo scorso anno sono state testimonial della campagna diagnosi precoce tumore al “Gioca d’anticipo scendi in campo con la prevenzione”

 



Gianandrea Rorato

Altri Eventi nella categoria Calcio

Came Dosson
Came Dosson

Calcio

L'Aniene supera la squadra trevigiana per 4-1

Calcio a 5 / A Roma ko Came

ROMA - Sconfitta per la Came Dosson nel recupero della terza giornata contro il Cybertel Aniene.

Sconfitti in trasferta ripuliscono spogliatoi
Sconfitti in trasferta ripuliscono spogliatoi

Calcio

Prova di fairplay del Feralpisalò sconfitta dalla veronese Virtus

Sconfitti in trasferta ripuliscono spogliatoi

VERONA - Un bellissimo gesto che non è passato inosservato ieri sera al Gavagnin di Verona dove i bresciani del Feralpisalò sono stati seccamente sconfitti dalla locale Virtus.

Dario Cofini
Dario Cofini

Calcio

Già dottore in Scienze Motorie, Dario Cofini, difensore del Liapiave, lunedì ha discusso online la tesi della laurea magistrale in Management dello Sport

Calciatore da sempre, lunedì si è laureato per la seconda volta

MOTTA DI LIVENZA - Di pomeriggio gioca a calcio con il Liapiave, in Eccellenza veneta. Ma a 28 anni trova anche il tempo per la sua seconda laurea.

Le società Sportive

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×