25/04/2024pioggia debole e schiarite

26/04/2024nubi sparse

27/04/2024nubi sparse

25 aprile 2024

Vittorio Veneto

Sciopero dell’abbraccio (a favore della fontana)

In Islanda le donne scioperano per la parità. A Vittorio potremmo scioperare per la pulizia del catino della fontana di Ceneda. A ognuno il suo

| Michele Bastanzetti |

immagine dell'autore

| Michele Bastanzetti |

fontana del cardinale ceneda

VITTORIO VENETO - Gli antichi greci, tra le migliori creazioni fatte del cervello umano, hanno inventato pure il genere della Commedia. Aristofane 2400 anni fa mandò in scena la “Lisistrata”, ove si racconta di questa ateniese che coalizzò le donne di molte città per costringere gli uomini a porre fine alla guerra del Peloponneso e farli così tornare al talamo. Costringerli come? Semplice, con lo sciopero del sesso: tutti in bianco finché non la smettete di scannarvi. La Commedia è un capolavoro senza tempo anche perché, oltre al messaggio pacifista, è il primo documento che attesta la battaglia mai conclusa per l’emancipazione femminile. Le donne, che nel V secolo a.C. vivevano condizione di inferiorità (ora invece…), realizzano che possono imporre il loro volere e la loro visione del mondo agli uomini, avendo per natura un’arma assai convincente.

 

Il loro piano infatti gioiosamente funzionò, nella commedia. Questo spirito di lotta e riscatto in modalità sindacale è riemerso ieri in Islanda dove s’è svolto uno sciopero originale. L’appello, molto partecipato, chiedeva a tutte le donne lavoratrici e casalinghe di astenersi per un giorno da qualsiasi mansione; questo per ottenere parità salariale e contro la violenza di genere. I paurosi focolai di guerra che ci circondano son materia troppo tragica (anche la Tragedia fu inventata dai Greci) per pensare all’applicazione del metodo proposto da Aristofane. Anche se, visti i disperanti fallimenti di politica, ONU, religioni, dei più eccelsi pensatori nel portare la pace nel mondo, vien da dire che non resta altro tentativo da fare.

 

Piuttosto, ricalibrando il tutto, con agro sorriso, su scala cittadina e visto che non si sa più a che Santo votarsi di fronte a un incancrenito e assurdo problema, vien da invitare le/i partner dei giuntisti comunali ad uno sciopero alla Lisistrata. Lo scopo? Costringere la giunta di Vittorio a ripulire finalmente la cinquecentesca Fontana del Cardinale in piazza Duomo. All’interno del suo fatiscente catino, mai pulito in cinque anni, giace una spanna di melma puzzolente che è un vergognoso, fallimentare biglietto da visita per l’intera città. La sua pulizia varrebbe almeno la riconquista dell’ardente abbraccio?

 


Iscriviti alla Newsletter di OggiTreviso. E' Gratis

Ogni mattina le notizie dalla tua città, dalla regione, dall'Italia e dal mondo


 

 

 


| modificato il:

foto dell'autore

Michele Bastanzetti

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×