25 ottobre 2020

Vittorio Veneto

San Rocco, per liberarci dal male

Il vescovo Pizziolo celebra la messa nel tempietto privato dedicato al ‘santo delle epidemie’

|

|

San Rocco, per liberarci dal male

VITTORIO VENETO - San Rocco è il patrono secondario della diocesi di Vittorio Veneto. "Uno dei santi più​ invocati nel Medioevo in occasione delle epidemie”, scrive Francesca Costaperaria, conservatore dei musei civici d’arte della città.

“A San Rocco - spiega la studiosa - ci si rivolgeva con le parole: Intercedi per noi in questi tempi segnati da un flagello tale e quale la peste che tu hai combattuto. Ispira i medici, sostieni i malati, liberaci dal male”.

Nella Sala del Maggior Consiglio del Palazzo della Comunità di Serravalle, ora Museo del Cenedese, vi è un affresco, attribuito a Francesco Da Milano e realizzato nel 1514 che ritrae ‘il Leone di San Marco tra i Santi Sebastiano e Andrea, Francesco d’Assisi e Rocco di Montpellier”.

La vocazione verso questo santo e il bisogno di chiedere la sua intercessione “in un tempo di prova a cui non avremmo mai pensato” - queste le parole di mons. Pizziolo - ha spinto il vescovo della diocesi a celebrare una messa proprio nel tempietto cenedese, di proprietà privata, dedicato a San Rocco.

 


| modificato il:

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×