27/01/2022nubi basse e schiarite

28/01/2022poco nuvoloso

29/01/2022velature sparse

27 gennaio 2022

Vittorio Veneto

Salta il presepe vivente: "Non volevamo creare un focolaio Covid"

Il coordinatore Boris Bottega spiega le ragioni del rinvio

| Roberto Silvestrin |

immagine dell'autore

| Roberto Silvestrin |

Salta il presepe vivente:

REVINE LAGO - Cancellata l’edizione 2021 del presepe vivente. Il rialzo dei contagi ha costretto gli organizzatori a cancellare l’evento previsto per il 26 dicembre e per il 2 gennaio. Il sagrato della chiesa di San Matteo Apostolo non ospiterà quindi le decine di figuranti del comitato “Sacre Rappresentazioni”, una vera e propria istituzione in paese.

 

“Il problema riguarda la responsabilità di chi deve organizzare – spiega il coordinatore Boris Bottega -. I preparativi avrebbero riunito 60-70 persone in 50 metri quadrati, non volevamo creare un focolaio. Circa il 20% dei figuranti, inoltre, non è vaccinato. Non vogliamo fare una polemica contro i no-vax, anche perché la media del comitato rispecchia più o meno quella italiana”.

 

“Potremmo anche passare in zona gialla, e questo potrebbe rappresentare un ulteriore problema – aggiunge Bottega -. Dal 6 dicembre, inoltre, entra in vigore il Super Green Pass”. Per tutti questi motivi gli organizzatori hanno optato per il rinvio dell’evento. Salta anche l’adorazione dei Magi, prevista per il 6 gennaio e per la domenica successiva. “Il 24 dicembre ci sarà una mini rappresentazione, in collaborazione con il gruppo giovani”, anticipa il coordinatore. L’iniziativa dovrebbe proporre una scena della natività e dovrebbe richiedere la partecipazione di due soli figuranti.

 



foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

immagine della news

05/01/2011

IL PRESEPIO? VIVE

Da oltre settant'anni a Revine la natività e l'adorazione dei Magi è più che un rito

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×