29 marzo 2020

Vittorio Veneto

Sagre, Ascom e comuni: c'è l'accordo

Stop ai pranzi e alle cene su commissione sotto ai tendoni

| Claudia Borsoi | commenti |

| Claudia Borsoi | commenti |

Sagre, Ascom e comuni: c'è l'accordo

VITTORIO VENETO - Stop alle finte sagre. Ieri mattina, martedì, presso la sede di Ascom Vittorio Veneto i vertici dell'associazione di categoria si sono incontrati con gli amministratori degli undici comuni del mandamento: a loro è stato sottoposto, per la firma, un accordo a tutela delle sagre della tradizione locale e, allo stesso tempo, della ristorazione, di quelle attività che danno lavoro e pagano le tasse.

 

“Come è scritto in premessa – spiega Antonella Secchi, direttrice di Ascom – si ribadisce l’importanza e la necessità di salvaguardia delle sagre tradizionali per la tutela delle tradizioni, per valorizzare le peculiarità paesaggistiche e culturali del territorio, con un risvolto turistico di cui tutti si beneficia. Al contempo, si chiede di agire con buonsenso nel rispetto delle attività imprenditoriali nel campo della ristorazione”.

 

All’incontro erano presenti i sindaci dei comuni di Cordignano, Cappella Maggiore, Follina, Revine Lago, Sarmede e Tarzo, e i loro delegati di Miane e Vittorio Veneto; assente giustificato il sindaco di Cison di Valmarino. Alcuni sindaci hanno già firmato, altri lo faranno nei prossimi giorni dopo un passaggio in Giunta. 

 

L’accordo di buonsenso raccomanda la redazione di un calendario annuale degli eventi e sottolinea l’opportunità di valorizzare i prodotti tipici locali e di coinvolgere i pubblici esercizi; al contempo mira ad evitare l’organizzazione di pranzi e cene su commissione ed a ribadire la necessità del rispetto delle normative in termini di sicurezza e igienico-sanitarie. Durante il dibattito, dai sindaci è emersa l’esigenza di fare rete tra amministrazioni, associazioni e commercianti nell’interesse del territorio.

 

In occasione dell'incontro, l’assessore alle attività produttive di Vittorio Veneto, Giovanni Napol, nei giorni scorsi nominato nella Consulta dell’Anci (Associazione dei comuni italiani) Veneto, ha annunciato di essere stato convocato ad un incontro proprio per redigere un regolamento su base regionale per l’attività di somministrazione alimenti e bevande in occasioni di manifestazioni di svago.

 



Claudia Borsoi

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

immagine della news

17/10/2014

Che zucca!

Torna la Festa della zucca: un ortaggio da gustare, amminirare, scoprire

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×