29/05/2022pioggia debole

30/05/2022nubi sparse

31/05/2022velature sparse

29 maggio 2022

Sport

Altri Sport

Rugby, a Treviso due gare del Sei Nazioni Under20

Allo stadio di Monigo l'11 febbraio gli azzurrini sfideranno l'Inghilterra, l'11 marzo partita con la Scozia

|

|

Sei Nazioni

TREVISO – Lo stadio di rugby di Monigo ospiterà l’edizione 2022 del “Sei nazioni Under 20”, che vedrà gli azzurrini a Treviso affrontare Inghilterra e Scozia nelle due partite interne di quest’anno. “Treviso è città di rugby, una comunità ed un territorio che con questa disciplina così nobile sono un tutt’uno”, ha detto il sindaco Mario Conte.

“Gli ottimi esiti di pubblico delle due partite giocate qui da noi in autunno dalla Nazionale Under 18 e dalla Nazionale Maggiore lasciano prefigurare una risposta da parte degli appassionati che sono certo sarà quella attesa, peraltro potendo godere dello spettacolo garantito da un gruppo molto forte, che con Inghilterra e Scozia saprà giocarsela fino in fondo”. “Grazie alla Benetton i nostri concittadini si sono abituati molto bene, l’alto livello è di casa qui, e proprio l’alto livello, assieme ad un lavoro in profondità sul movimento di base che le nostre società fanno molto bene da sempre, può innescare quel meccanismo virtuoso in grado di avvicinare sempre più ragazzi verso uno sport bellissimo, i cui valori possono influenzare positivamente le giovani generazioni, e non solo. Attendiamo con ansia di ospitare questi due eventi così prestigiosi, pronti ad offrire tutto il supporto possibile perché riescano al meglio”.

“Questo sport ha messo radici profonde nel nostro territorio, ed un evento come il Sei Nazioni non potrà che rinsaldarle ulteriormente, innestandosi perfettamente nel calendario delle manifestazioni legate a Treviso Città Europea dello Sport 2022”, ha aggiunto il vicesindaco Andrea De Checchi.

A Treviso vedremo gli azzurri in campo venerdì 11 febbraio per Italia-Inghilterra e all’11 marzo per Italia-Scozia. La vendita dei biglietti è già operativa sul circuito Ticketone dallo scorso 12 gennaio, mentre Sky Sport ha confermato la trasmissione di tutti gli incontri degli Azzurrini sui propri canali sportivi. 

“Il gruppo, oltre ai 30 convocati fino a domenica, conta di almeno un’altra decina di atleti tra cui scegliere: è la testimonianza di un buon lavoro di semina, ben distribuito geograficamente, un lavoro da affinare nello sviluppo del Torneo - le parole di Massimo Brunello, commissario recnico - Nell’esordio contro la Francia dovremo gestire sicuramente un ovvio adattamento di ragazzi che non hanno molti minuti sulle gambe ai ritmi ed alla fisicità che il Sei Nazioni richiede, ma sono fiducioso in una crescita costante della squadra”.

Per Franco Smith, direttore dell’Alto Livello, un torneo chiamato a dare segnali importanti nel percorso di costruzione di un rugby italiano sempre più competitivo: “L’Under 20 è parte integrante del nostro Alto Livello, non solo per la convocazione di due giocatori di sicura prospettiva come Menoncello e Marin con il team di Crowley, ma per il materiale umano di cui Brunello può disporre, alimentato da una Under 18 altrettanto interessante. Siamo fiduciosi, questa Under 20 è affidata ad uno staff di livello e può contare su atleti di livello: nei due match di Monigo sappiamo poi di poter contare su un pubblico appassionato e competente, che speriamo sia anche numeroso”.

 

Le società Sportive

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×