06/12/2022nubi sparse

07/12/2022velature lievi

08/12/2022nubi sparse

06 dicembre 2022

Montebelluna

Ruba in un negozio a Treviso pur essendo sottoposta ad obbligo di dimora in un altro Comune

La 53enne è stata arrestata dai Carabinieri di Montebelluna

| Gianandrea Rorato |

| Gianandrea Rorato |

Ruba in un negozio a Treviso pur essendo sottoposta ad obbligo di dimora in un altro Comune

TREVIGNANO - I militari dell’Arma di Montebelluna hanno rintracciato ed arrestato, in esecuzione di misura cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Treviso, una 53enne di origini pordenonesi.

La donna, che era sottoposta all'obbligo di dimora ia Trevignano, si è vista aggravare la misura cautelare a seguito della denuncia rimediata per un furto commesso nei giorni scorsi all'interno di un esercizio pubblico di Treviso.
Al termine delle formalità di rito l’arrestata è stata accompagnata presso la casa di reclusione femminile di Venezia, a disposizione dell'Autorità Giudiziaria mandante.

Riguardo alla donna, la Questura nel pomeriggio ha segnalato che la Squadra Mobile di Treviso, la mattina del 15.4.2022, nei parcheggi sotterranei di un Ipermercato di Susegana, aveva tratto in arresto una donna, sorpresa in flagranza subito dopo aver sottratto la borsa dall’auto di una signora intenta a riporre la spesa nel baule. A seguito della convalida dell’arresto, la donna, già associata alla casa circondariale di Venezia, è stata scarcerata con applicazione della misura cautelare dell’obbligo di dimora appunto a Trevignano. Gli operatori della Squadra Mobile hanno continuato a monitorare la donna e, nella mattinata del 25.04.2022, non solo l’hanno sorpresa fuori del Comune di domicilio, in violazione dell’obbligo prescritto dall’Autorità giudiziaria, ma hanno altresì accertato che aveva appena commesso un furto all’interno di un negozio di abbigliamento di Treviso.

Di qui l’immediata segnalazione da parte dell’Ufficio investigativo all’Autorità giudiziaria che ha disposto la custodia in carcere della donna, anche alla luce della pericolosità sociale della stessa, e la sua associazione alla casa circondariale femminile di Venezia. Poiché la suddetta donna risulta titolare di reddito di cittadinanza, la Squadra Mobile ha provveduto ad inoltrare formale segnalazione all’INPS per la revoca del sussidio.

 


| modificato il:

Gianandrea Rorato

Leggi altre notizie di Montebelluna
Leggi altre notizie di Montebelluna

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×