02 luglio 2020

Mogliano

Il ritratto di Mussolini è lì da anni, ma una foto su web fa scattare la polemica: e arriva anche l'interrogazione parlamentare

I ritratti si trovano in pieno centro a Zenson di Piave

|

|

i volti di Benito Mussolini sul palazzo di Zenson

ZENSON DI PIAVE - L’immagine del Duce in bella mostra sarà oggetto di un’interrogazione parlamentare.

Due volti di Mussolini appaiono sopra il bar e la farmacia del paese. Sono presenti da anni, tanto che gli abitanti di Zenson di Piave non ci fanno più nemmeno caso.

Ma quei due volti sono sopravvissuti a un recente restauro, ripristinati per volere della proprietà.

La foto finisce in rete e succede il pandemonio. Tanto che della questione si parlerà anche in Parlamento.

“Quelle immagini ci riportano indietro a tempi oscuri – dichiara Giovanni Zorzi, segretario provinciale PD Treviso – Rappresentano un’offesa ai valori della nostra storia in una terra che ha conosciuto bene la tragedia di una dittatura crudele e spietata”.

Incalza Zorzi: “Viviamo un momento di grande preoccupazione per via di messaggi e parole d’ordine che la destra sovranista agita impunemente per il proprio tornaconto elettorale, sdoganando i peggiori sentimenti di odio e intolleranza.

Recuperare simboli fascisti non vuol dire conservare la nostra storia, significa assecondare questi sentimenti pericolosi e oltraggiare la memoria di chi ha sacrificato la propria vita per darci un Paese più libero e democratico. È una provocazione che va condannata senza mezzi termini. Per questo il Partito Democratico, con l’on. Chiara Braga, presenterà interrogazione in Parlamento affinché intervenga direttamente il Prefetto a rimuovere quelle immagini”.

Braga, capogruppo del Partito Democratico nella Commissione Ambiente della Camera dei Deputati: “Da molti anni, ormai, assistiamo a una sempre più insistente riscrittura della storia d’Italia e a ogni tipo di giustificazionismo nei confronti dell’ideologia fascista, della dittatura mussoliniana e delle innumerevoli malefatte risalenti a quel periodo storico come, ad esempio, gli omicidi e le incarcerazioni degli oppositori politici che si permettevano di contrastare il regimi, anche molti veneti tra cui Giacomo Matteotti. Si tratta di una politica di rimozione inaccettabile”.

 



Leggi altre notizie di Mogliano
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×