24 gennaio 2021

Rischio default per Vittorio Veneto?

Il comune chiamato a rimborsare oltre 10 milioni di euro

VITTORIO VENETORischio default per il comune di Vittorio Veneto? L’allarme è stato lanciato dal consigliere comunale Giorgio De Bastiani (PdL).

 

Per il consigliere dal 1° gennaio 2016 il comune si troverà a pagare «se l’andamento finanziario sarà come quello attuale, un debito ben superiore ai 10 milioni previsti». Tutto nasce dall’operazione derivati chiusa nel 2005 dal comune.

 

Operazione necessaria, ha spiegato il sindaco Gianantonio Da Re, per rimodulare il debito ereditato dalla giunta Della Libera quando, nel 1996, aveva elevato ad altri 20 anni la scadenza di 150 multi. Soldi, rimarca l’assessore al bilancio Antonella Caldart, usati per realizzare importanti opere, come le nuove scuole primarie di San Giacomo e Forcal.

 

Se per sindaco e assessore il rischio non esiste, e i vittoriesi possono dormire sonni tranquilli, ben diversa è la posizione delle minoranze che promettono di non abbassare la guardia sul tema “derivati”.


Data pubblicazione:
Ultima modifica:

Argomenti del Dossier

L’esperto tranquillizza i cittadini, ma ai consiglieri di minoranza rimangono tanti dubbi

Operazione derivati: «Nessun rischio dafault»

VITTORIO VENETO – Per parlare dell’operazione derivati siglata dal comune di Vittorio con Banca Intesa e per chiarire i dubbi è intervenuto in consiglio l’esperto finanziario Giorgio Bomben, incaricato dalla giunta di predisporre un’analisi dell’operazione.

Un tavolo tecnico bipartisan per la questione derivati

Lo chiedono le minoranze a sindaco e assessore: «Vogliamo capire la reale situazione»

Un tavolo tecnico bipartisan per la questione derivati

VITTORIO VENETO - «L’operazione derivati è nata in buona fede, ma ora va affrontata, non si può tenere la testa sotto alla sabbia – affermano PdL, Pd e SV -. Abbiamo la certezza che il dato mark to market non sia in pareggio e siamo pronti a autotassarci per avviare una perizia tecnica, perché di...

De Bastiani: «Da sindaco e assessore solo proclami politici»

Sulla questione derivati il consigliere attende ancora una risposta alle sue domande tecniche

De Bastiani: «Da sindaco e assessore solo proclami politici»

VITTORIO VENETO – E per il Pd vittoriese se l’età dell’oro del calendario Maya si chiuderà il 21 dicembre, quella dei vittoriesi il 31 dicembre 2015, quando «avrà inizio l'era della povertà, dovendo saldare un debito di 10 milioni di euro, che culminerà il 31 dicembre 2024».

...
Derivati, Da Re: «Terrorismo politico delle minoranze»

Per il sindaco a rischio default non è il comune, ma lo Stato

Derivati, Da Re: «Terrorismo politico delle minoranze»

VITTORIO VENETO - «Abbiamo dato allo Stato 85 milioni ricevendone solo 1,8: questo è il vero default» afferma Da Re che ricorda come l’operazione finanziaria del comune abbia permesso di costruire scuole, bretella e eseguire i lavori dei Contratti di Quartiere a Serravalle.

...
Derivati, Caldart: «Il comune non è esposto a alcun rischio»

Il debito, secondo l’assessore, venne aggravato da una rinegoziazione effettuata nel 1996 dall’amministrazione Della Libera

Derivati, Caldart: «Il comune non è esposto a alcun rischio»

VITTORIO VENETO – E’ l’assessore al bilancio del comune di Vittorio Veneto, Antonella Caldart, a intervenire sull’allarme lanciato dal consigliere comunale Giorgio De Bastiani in merito al futuro finanziario del comune. «Il comune non è esposto ad alcun rischio» afferma Caldart che ripercorre a...

Allarme derivati: «Il comune rischia il default»

«Dal 2016, con le prospettive attuali, saremo costretti a pagare molto di più dei 10 milioni previsti»

Allarme derivati: «Il comune rischia il default»

VITTORIO VENETO – Il consigliere Giorgio De Bastiani chiede all’amministrazione di fare marcia indietro sull’accordo sottoscritto con l’istituto bancario.

«OPERAZIONE DERIVATI OCCULTATA»

Il consigliere del PdL De Bastiani sollecita una risposta da parte del Municipio

«OPERAZIONE DERIVATI OCCULTATA»

VITTORIO VENETO - Dopo lo sforamento del patto di stabilità, il consigliere comunale del PdL, Giorgio De Bastiani, vuole vederci chiaro sull'operazione derivati da 6 milioni di euro chiusa dal comune.

SCONTRO SUI DERIVATI

I consiglieri di minoranza chiedono maggiori chiarezze sulle operazioni finanziarie

SCONTRO SUI DERIVATI

VITTORIO VENETO - Le operazioni finanziarie, note come "derivati", al centro delle osservazioni mosse dalla minoranza che ha chiesto lumi alla giunta sull'attuale situazione dei contratti stipulati dal Comune.

COSTANTINI: VITTORIO IN SVENDITA

E i derivati sarebbero in perdita

COSTANTINI: VITTORIO IN SVENDITA

Vittorio Veneto - "La giunta nel triennio 2010-2012 intende vendere tutti i beni vendibili, per un totale di 6 milioni di euro" avverte il consigliere della sinistra vittoriese.


Altri dossier

14/11/2015

Strage di Parigi

Terrore a Parigi sconvolta venerdì sera (13 novembre 2015) da una serie di attentati.

I più Letti

del giorno
della settimana
del mese
*/ ?>
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×