05/12/2022pioggia

06/12/2022nubi sparse

07/12/2022sereno

05 dicembre 2022

Treviso

Rinnovo vetrine e plateatici: contributi a fondo perduto per le attività commerciali di Treviso

Dal comune 169mila euro di contributi per sostenere il commercio. Per ogni attività fino a 3mila euro e 10mila per chi apre in locali sfitti

| Isabella Loschi |

immagine dell'autore

| Isabella Loschi |

locale  Treviso

TREVISO - Un contributo a fondo perduto per le attività commerciali che vogliono rinnovare le vetrine dei negozi, l’illuminazione con sistemi a basso consumo e per le attività di ristorazione che vogliono sostituire l’arredo dei plateatici. Queste le novità introdotte nel “bando Rilancio 2022" del comune di Treviso per sostenere il commercio in questi anni non facili e dall’altro valorizzare esteticamente gli esercizi pubblici presenti in città.

Agli esercenti andrà un contribuito fino a 3mila euro per coprire il 50% della spesa sostenuta. Il provvedimento risponde anche all'esigenza di adeguare l'attrezzatura dei plateatici dei locali in vista di gennaio 2023 quando saranno concluse le deroghe legate all’emergenza Covid-19 e si tornerà alla normalità. Potenzialmente saranno finanziabili 28 attività per un valore di investimento complessivo di euro 169.600. Le domande di contributo per nuovi dehors o per le nuove vetrine verranno valutate in base all'ordine cronologico e potranno essere presentate entro il 31 dicembre 2022. Più nel dettaglio, con le novità inserite nel Bando Rilancio si intende sostenere il rinnovo delle vetrine delle attività commerciali, come ad esempio, il cambio serramenti, illuminazione, manichini, arredo vetrina, e l’acquisto di attrezzature utilizzate nei dehors, dai tavolini alle fioriere, per migliorare l’arredo e quindi il decoro urbano cittadino.

A tal fine sono stati stanziati 114.800 euro per l'erogazione di contributi a copertura di specifiche spese d'investimento, per un importo massimo di: 10.000 per ogni nuova attività in locali sfitti da almeno 3 mesi, nel limite massimo dell’80% dei costi sostenuti; 3mila euro per ogni attività che intenda rinnovare le vetrine o per l’acquisto di attrezzature utilizzate nei dehors, comunque nel limite massimo del 50% dei costi sostenuti. I contributi sono in particolare rivolti a persone o imprese che intendano avviare nuove attività commerciali, artigianali, agroalimentare e di servizio in locali sfitti da almeno 3 mesi, privilegiando quelli posti in aree che necessitano di riqualificazione in cui vi è una rilevante concentrazione di locali sfitti.

“A partire dal 2019, grazie al Bando Rilancio, è stata finanziata l’apertura di 43 nuove attività nei locali sfitti per un totale di 411mila euro - afferma il vicesindaco Andrea De Checchi - Questi numeri confermano la bontà di un’operazione che, quest’anno, si arricchisce con una nuova e unica iniziativa nel suo genere, vale a dire il contributo per il rinnovo dell’arredo urbano. Attraverso gli investimenti dei commercianti e degli artigiani ed il sostegno dell’Amministrazione avremo la possibilità di riqualificare le vetrine e i plateatici all’insegna della sostenibilità e del risparmio energetico”.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×