29/11/2021pioggia e schiarite

30/11/2021velature lievi

01/12/2021parz nuvoloso

29 novembre 2021

Castelfranco

Il ricordo di Tina Anselmi a Castelfranco: dalle opposizioni proposte per onorarne la memoria

Il PD suggerisce la creazione di una Fondazione "Tina Anselmi", mentre "Noi la Civica" vorrebbe che le fosse dedicata la Biblioteca comunale.

| Leonardo Sernagiotto |

immagine dell'autore

| Leonardo Sernagiotto |

Il ricordo di Tina Anselmi a Castelfranco: dalle opposizioni proposte per onorarne la memoria

CASTELFRANCO - Ha rinnovato il dibattito politico cittadino la notizia riguardante l’intitolatura, da parte del Comune di Riese Pio X, di una piazza a Tina Anselmi. Si tratta di un’ulteriore iniziativa presa da un’amministrazione pubblica italiana nell’onorare la memoria della prima donna ministro della Repubblica. Il tutto mentre Castelfranco, città dove l’Anselmi è nata, ha vissuto ed è sepolta, non ha preso finora nessuna iniziativa, se non la dedica di una sala della Biblioteca comunale.

Per dare uno stimolo all’attuale amministrazione affinché si adoperi per onorare la memoria di una delle figure storiche più importanti di Castelfranco, le opposizioni hanno presentato le proprie proposte. Il PD di Castelfranco, con la Federazione provinciale PD di Treviso, suggerisce di ridenominare via Roma e via Cazzaro (dal cippo di Piazza Marconi al semaforo di porta Cittadella) “Corso Tina Anselmi”. Spiegano dal partito: «L’arteria stradale si pone in continuità ideale con il Corso XXIX Aprile, che ricorda la Liberazione di Castelfranco e la vittoria della democrazia, e che riteniamo rispettosa della memoria dell’onorevole Tina Anselmi».

Il Partito Democratico propone inoltre di creare, d’intesa con la famiglia di Tina, una fondazione intitolata a Tina Anselmi, riservandole un piano del Palazzo Soranzo-Novello, di recente acquisto, dove troverebbe posto il corposo lascito dell’Anselmi (libri, documenti, materiale di lavoro, etc.). La Fondazione potrebbe diventare un punto di riferimento importante per coloro che, in Veneto e in Italia, vorranno approfondire i temi che hanno caratterizzato l’impegno politico dell’onorevole Tina Anselmi: il diritto alla salute e l’istituzione del Servizio Sanitario Nazionale pubblico, l’emancipazione delle donne e la parità di genere, il diritto al lavoro e la tutela dei lavoratori e delle lavoratrici, il rispetto della legalità, la democrazia e la lotta ai centri di potere occulti e alla massoneria deviata, l’antifascismo e la libertà.

Il Gruppo “Noi, La civica”, guidata da Maria Gomierato, ritiene invece che «la scelta più giusta, adeguata, opportuna, consona, sia quella di intitolare alla nostra illustre concittadina la Biblioteca Comunale». Il motivo è che si tratta «di un luogo dedicato alla cultura, un luogo che custodisce nel suo Archivio la storia della nostra Città: e della Storia con la S maiuscola Tina Anselmi è stata una protagonista», oltre ad essere un luogo altamente frequentato, idoneo per creare situazioni di incontro e di confronto.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Leonardo Sernagiotto

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

immagine della news

20/06/2021

Biblioteca ragazzi: ora si apre anche il sabato.

Mentre la biblioteca riaprirà anche la sala studio al secondo piano, nuovi eventi culturali in città: lunedì concerto omaggio a Vivaldi, giovedì lo storico Ginzburg parlerà di complotti.

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×