15 agosto 2020

Valdobbiadene Pieve di Soligo

Riaperto il santuario della Madonna del Carmine

Lavori da 220mila euro finanziati da una raccolta fondi

| Claudia Borsoi |

immagine dell'autore

| Claudia Borsoi |

Santuario Madonna del Carmine

MIANE – Riaperto, nel giorno in cui si celebra la Beata Vergine Maria del Monte Carmelo, 16 luglio, il santuario della Madonna del Carmine che, dalla valletta di Visnà, sovrasta l’abitato di Miane. Un anno fa il santuario era stato chiuso per avviare i lavori di ristrutturazione, un investimento per la parrocchia di Miane da 220mila euro interamente finanziati dalla generosità di fedeli, mianesi e da un contributo dello Stato di 100mila euro.

 

È stato il parroco don Maurizio Dassié ad annunciare oggi la riapertura della chiesa del Carmine oggetto di lavori di restauro e di messa in sicurezza delle coperture ancora non ultimati, ma che allo stato di avanzamento permettono ai fedeli di accedere al santuario per una preghiera personale e di prendere anche visione del restauro della cupola e della lanterna. «Voglio ringraziare tutti coloro che hanno dato il loro contributo, non solo economico. Ci sono persone che hanno fatto offerte considerevoli» afferma il parroco. Le donazioni sono arrivate da tutta Italia e dall’estero, ben 50mila euro da un trevigiano ormai da tempo residente in Austria.

 

La chiesa venne costruiti nel 1819 partendo da un edificio già esistente e forse risalente al ‘500-‘600, eretto come voto dalla popolazione.

 

La raccolta fondi, partita nel 2015, ha permesso di raccogliere, e di superare, la cifra dei 220mila euro previsti per l’intervento. In questi cinque anni il parroco ha rendicontato settimanalmente tutte le entrate nel foglietto parrocchiale.

 

VIDEO DELLA PARROCCHIA SUI LAVORI ESEGUITI ->>

 



foto dell'autore

Claudia Borsoi

Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×