28 settembre 2020

Vittorio Veneto

Revine, referendum e regionali non fermano la scuola

Seggi al primo piano della primaria “Mazzini”, mentre le lezioni continueranno al piano terra

| Claudia Borsoi |

immagine dell'autore

| Claudia Borsoi |

Scuola Mazzini

REVINE LAGO – Dopo Miane, Sarmede, Follina e altri Comuni, anche Revine Lago è riuscita a trovare una collocazione per i seggi tale da non fermare la scuola a pochi giorni dalla sua ripartenza. A darne notizia è il sindaco Massimo Magagnin che proprio in queste ore ha ricevuto l’atteso via libera alla nuova dislocazione dei seggi che rimarranno comunque all’interno della scuola primaria “Mazzini” di Santa Maria, ma non andranno ad interferire con l’attività didattica.

 

«Considerando che dal 24 febbraio le scuole sono rimaste chiuse, abbiamo fatto il possibile per trovare una sede alternativa in cui poter svolgere le votazioni senza far perdere altri giorni di scuola ai ragazzi. Assicuro che non è stato facile come si potrebbe pensare, dato il protocollo legislativo a cui bisogna attenersi, tuttavia ci siamo riusciti – sottolinea il sindaco Magagnin -. I seggi elettorali saranno sempre nella scuola di Santa Maria, ma si svolgeranno al piano primo e non andranno quindi ad intralciare il normale svolgimento dell’attività didattica».

 

La buona notizia che le famiglie attendevano da tempo è arrivata proprio durante il primo giorno di scuola dell’anno scolastico 2020-21. «Auguro a nome mio e dell’amministrazione comunale un grande in bocca al lupo a tutti i ragazzi, al corpo docente, ai collaboratori e personale Ata ma anche alle famiglie che li sostengono» l’augurio del sindaco.

 



foto dell'autore

Claudia Borsoi

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×