20 gennaio 2021

Montebelluna

Remo Sernagiotto non ce l’ha fatta: oggi il suo cuore ha smesso di battere

Il cordoglio del Presidente Zaia e dell'on. Fitto

| Ingrid Feltrin Jefwa |

immagine dell'autore

| Ingrid Feltrin Jefwa |

Remo Sernagiotto è morto

MONTEBELLUNA Remo Sernagiotto, il noto politico montebellunese, è morto questo pomeriggio all’ospedale di Treviso, per le gravi conseguenze dell’arresto cardiaco che lo aveva colpito 5 giorni fa. Le sue condizioni sono parse subito disperate e progressivamente si sono ulteriormente aggravate fino all’epilogo odierno. Esponente di spicco del centrodestra veneto aveva ricoperto la carica di consigliere regionale e poi di assessore. L’apice della sua carriera lo aveva raggiunto però con l’elezione al Parlamento Europeo. Nel 2019 ci aveva riprovato ma senza riuscire ad essere riconfermato a Bruxelles. Ecco la breve biografia con cui si era candidato nelle liste di FdI.

 

“Sono nato il 1 settembre 1955 a Montebelluna, in provincia di Treviso. Sposato con Maurizia, sono padre di Gloria e Gregorio e nonno di Vittorio. A soli 20 anni ho avviato un’impresa nella commercializzazione di pneumatici. Da sempre affascinato dalla politica, negli anni Novanta ho deciso di impegnarmi in prima persona per costruire un progetto per il Centrodestra italiano fondato sui valori della tradizione, della famiglia, del lavoro.

 

Dopo un’esperienza nel consiglio del mio Comune, nel 2000 sono stato eletto consigliere nella Regione del Veneto, riconfermato nel 2005 e nel 2010, anno in cui sono stato nominato Assessore ai Servizi Sociali e alle Politiche Giovanili. Da novembre 2010 a novembre 2014 sono stato Presidente di Elisan, l’unico Network europeo di politici centrato esclusivamente sulle politiche sociali. Dal 2014 sono in Parlamento Europeo: oggi sono al fianco di Raffaele Fitto nel Gruppo dei Conservatori e Riformisti Europei”.

 

Ed è proprio l'on. Raffaele Fitto uno dei primi ad esprimere il propri cordoglio alla notizia della scomparsa di Remo Sernagiotto: “Remo Sernagiotto era un amico straordinario con il quale ho condiviso per anni le scelte politiche, a partire dal 2015 con l’adesione al progetto dei Conservatori e Riformisti. Da allora abbiamo sempre condiviso tutto fino all’adesione a Fratelli d’Italia. Ma oggi perdo soprattutto un grande amico, una persona semplicemente straordinaria. Sono profondamente ed affettuosamente vicino alla sua famiglia in questo momento di grande dolore”.


Il Presidente del Veneto Luca Zaia sulla dipartita del suo ex assessore ha dichiarato: "Ho seguito la sua dolorosa vicenda fin dalle prime notizie sulla patologia che lo aveva colpito. Abbiamo sperato per giorni, e in questo momento prima di tutto si resta sgomenti. Ho condiviso con lui - ricorda - un percorso importante in Regione, e di Remo mi ricordo prima di tutto il sorriso, la positività, la voglia di fare. Era un concentrato di energia". Zaia esprime "il suo cordoglio alla moglie, alla figlia e a tutti i suoi cari per una perdita ancor più dolorosa perchè inaspettata come un fulmine a ciel sereno".

 

 


| modificato il:

foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa
Direttore responsabile

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Montebelluna
Leggi altre notizie di Montebelluna

Dello stesso argomento

immagine della news

31/12/2020

Buon 2021: gli auguri dai sindaci della Marca

Gli auguri da: Treviso, Castelfranco, Vittorio Veneto, Montebelluna, Conegliano, Mogliano, Asolo, Pieve di Soligo, Oderzo, Motta di Livenza, Pieve del Grappa, Valdobbiadene e Ponte di Piave

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×