21 settembre 2021

Castelfranco

Rapporto scuola-industria, Bertolo: «Bisogna puntare sugli ITS, i percorsi biennali post-diploma»

Per fronteggiare la carenza di personale tecnico-qualificato, il consulente dell'ITS Meccatronico Veneto invita le associazione di categoria a stipulare accordi con gli istituti professionali

| Leonardo Sernagiotto |

immagine dell'autore

| Leonardo Sernagiotto |

Rapporto scuola-industria, Bertolo: «Bisogna puntare sugli ITS, i percorsi biennali post-diploma»

CASTELFRANCO - Lo stretto rapporto tra mondo della scuola e quello del lavoro sta diventando un tema sempre più d’attualità, oltre che un argomento centrale per il futuro economico della nostra regione: sempre di più gli imprenditori lamentano di non riuscire a reclutare personale qualificato per le proprie aziende, essendoci stato nel recente passato un calo di iscrizioni negli istituti tecnici e soprattutto professionali.

Ora tuttavia sembra esserci un’inversione di marcia. Ne è convito Mario Bertolo, collaboratore ITS Meccatronico, da oltre 40 anni nel mondo delle scuole professionali. Bertolo vede infatti un segnale di svolta nel recente protocollo firmato tra la Confartigianato della Marca Trevigiana e l'IPSIA “Galilei” di Castelfranco, guidate rispettivamente dal presidente Oscar Bernardi e dal preside Francesco Laterza.

«Dopo anni di stagnazione e difficoltà, questo protocollo stipulato da due dirigenti illuminati rappresenta una pietra miliare nella collaborazione tra la formazione e istruzione tecnica e le realtà artigianali e industriali» commenta Bertolo, che aggiunge: «Questo accordo avrà una ricaduta positiva non solo sul piano occupazionale giovanile ma sicuramente andrà ad incidere nell'orientamento scolastico e quindi nelle iscrizioni a questo tipo di scuole, fondamentali per fornire al mondo del lavoro figure tecniche preparate, sia per coprire il turn-over, sia per rispondere alle nuove sfide tecnologiche del mercato».

L’augurio di Bertolo è che questo tipo di accordi coinvolga sempre più attori, sia nella scuola, sia nell’industria: «Auspico che un protocollo simile sia firmato anche da Unindustria, ossia dalla realtà delle medio-grandi imprese che rappresenta l'altra faccia del mondo produttivo e occupazionale provinciale».

Secondo Bertolo le associazioni di categoria devono favorire i percorsi biennali post-diploma, gli ITS (Istituti Tecnici Superiori): «Gli ITS rappresentano una seria opportunità di crescita professionale con un sicuro sbocco occupazionale. L'IPSIA “Galilei” di Castelfranco, grazie alla visione dello storico preside Giamberto Petrucco, assieme ad alcune aziende d'eccellenza della castellana, come la Breton, la Dallan e la Ross! & Duso, sono tra i promotori del' ITS Meccatronico del Veneto. Ogni anno in Europa la formazione tecnico – professionale prepara centinaia di migliaia di nuovi tecnici protagonisti nelle industrie manifatturiere». In Italia, conclude Bertolo, i numeri degli studenti coinvolti negli ITS sono ancora bassi ed è doveroso fare di più.

 



foto dell'autore

Leonardo Sernagiotto

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×