12/08/2022pioggia e schiarite

13/08/2022velature lievi

14/08/2022velature lievi

12 agosto 2022

Conegliano

Raccolti fondi per la ricerca sulla Sla grazie alla vendemmia solidale

L'assegno di 13.780 euro è stato consegnato dalla cantina Le Manzane all'associazione Revert Onlus

| Lieta Zanatta |

| Lieta Zanatta |

Raccolti fondi per la ricerca sulla Sla grazie alla vendemmia solidale

SAN PIETRO DI FELETTO – La vendemmia solidale 2019 della cantina Le Manzane ha raccolto l'importante somma di 13.780 euro che è stata devoluta all'associazione Revert onlus per la ricerca sulla Sla.

L'assegno è stato staccato mercoledì scorso a Venezia sull'”Edipo Re”, la storica imbarcazione che vide nascere e rafforzarsi l'amicizia di Pier Paolo Pasolini e Maria Callas durante le riprese del film "Medea" nel 1969, che è anche il nome dell'impresa sociale presieduta da Sibylle Righetti che con Le Manzane inaugura un progetto di sostenibilità.

“Siamo felici di contribuire nel nostro piccolo a finanziare la ricerca sulle cellule staminali cerebrali per arginare i danni provocati dalle malattie neuro degenerative – hanno annunciato Ernesto Balbinot e la moglie Silvana Ceschin, titolari de Le Manzane, che ogni anno devolvono a una diversa associazione quanto viene ricavato dalla “Vendemmia solidale - Festa e beneficenza nella Terra del Prosecco Superiore”. Infatti, aggiungono che “Quanto verrà raccolto dalla vendemmia solidale di quest'anno sarà devoluto ai reparti Covid dell’Ulss 2 Marca Trevigiana”.

Il vicesindaco di San Pietro di Feletto Loris Dalto, presente alla consegna, ha rimarcato come Le Manzane mettano “a disposizione delle risorse per chi vive situazioni di difficoltà. Abbiamo un’azienda che restituisce al territorio”.

Di problematiche ha parlato anche Angelo Righetti, membro del consiglio direttivo di Revert, che ha sottolineato che “Iniziative come questa possono fare la differenza soprattutto per una onlus come la nostra che riscontra molte difficoltà a ricevere finanziamenti pubblici. La donazione della vendemmia solidale rappresenta per noi un tassello importante per realizzare progetti più grandi”.

La vendemmia solidale de Le Manzane è realizzata a costo zero. Il giorno della raccolta viene pubblicizzato ogni anno con avvisi e volantini in giro per i locali della Marca o tramite annunci sulla pagina Facebook aziendale, anche se principalmente viaggia con il passaparola.

“Partecipano oramai quasi 500 persone, anche perché non possiamo ospitarne di più” spiega il titolare Balbinot. “I soldi dell'iscrizione e quanto versato volontariamente sono infatti parte dell'importo che verrà raccolto per beneficenza. Alla cifra contribuisce anche parte della vendita delle bottiglie prodotte”.

Da otto anni i proprietari hanno destinato un vigneto di un ettaro, trenta filari, esclusivamente a questo scopo. La gente che arriva per la vendemmia, oltre a vivere momenti di socialità e allegria, condivide alla fine un pranzo realizzato grazie a tutti gli sponsor – che sono tanti - che contribuiscono ognuno con qualcosa. Anche nella produzione delle bottiglie – tra le nove e 11 mila unità - c'è chi contribuisce con le bottiglie di vetro, chi con le etichette (che sono anche in Braille), le capsule, le gabbiette. Insomma, tutti portano qualcosa di proprio per un fine che diventa quello di tutti.

Il progetto che invece viene imbastito tra l'impresa di San Pietro di Feletto e l'Edipo Re, “è di servire, a bordo dell’imbarcazione anche il prosecco solidale con i nostri prodotti a chilometro etico” aggiunge Sibylle Righetti. La barca infatti viene impiegata per itinerari esperenziali all'interno della laguna veneta. “L’idea è nata l’anno scorso quando abbiamo iniziato a veicolare il messaggio della vendemmia solidale durante il Social Food Festival da noi ideato, uno spazio degustazione nel cuore la Mostra del Cinema di Venezia, e che ripeteremo ogni anno sostenendo in questo modo l’iniziativa benefica”.

Il Social Food Festival, che si svolge per tutta la durata della Mostra del Cinema al Lido, è una manifestazione artistica e culturale all'insegna della sostenibilità dove vengono valorizzati tutti i piccoli produttori locali della penisola.

“L’Associazione Revert Onlus nasce nel 2003 per finanziare, promuovere e incentivare la ricerca sulle cellule staminali cerebrali con lo scopo di trovare una cura alle malattie neurodegenerative. Al momento la sperimentazione clinica su pazienti affetti da sclerosi laterale amiotrofica, condotta dal prof. Angelo Vescovi, è una delle più avanzate nel panorama scientifico internazionale e costituisce una reale possibilità di trovare una cura a questa malattia che colpisce in Italia 7 mila persone con 1.500 nuovi casi l’anno”.

 


| modificato il:

Lieta Zanatta

Leggi altre notizie di Conegliano
Leggi altre notizie di Conegliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×