20/01/2022coperto

21/01/2022sereno

22/01/2022sereno

20 gennaio 2022

Treviso

Quando il caffè promuove l'arte veneziana

Goppion Caffè rinnova l'accordo con la Direzione Regionale Musei Veneti per l’utilizzo di due opere del Guardi

| Maria Elena Tonin |

immagine dell'autore

| Maria Elena Tonin |

Paola, Sergio, Silvia e Mario Goppion

PREGANZIOL - Goppion Caffè, storica azienda trevigiana a conduzione familiare, sostiene l'arte veneziana e rinnova l'accordo con la Direzione Regionale Musei Veneti per l’utilizzo di due opere del vedutista veneziano Francesco Guardi, pittore vedutista vissuto a Venezia nel Settecento, nel packanging di una delle sue miscele più note. Le due opere del Guardi sono "Vista dal Molo" e "Vista della Piazzetta attraverso San Giorgio" ed entrambe sono conservate alla Galleria Giorgio Franchetti di Ca’ d’Oro.



 



"E' anche questo un modo per raccontare l'arte e la ricchezza delle arti di Venezia" spiega Paola Goppion, responsabile marketing e comunicazione di Goppion Caffè "Un'azione importante, soprattutto in questo momento storico dove i musei e i luoghi della cultura sono chiusi al pubblico. Non possiamo dimenticare, poi, che Venezia è tral e città che più ha contribuito alla diffusione della cultura del caffè in Europa."



 



L'espresso, uno dei più diffusi metodi di estrazione del caffe, è un'invenzione tutta italiana. Il caffè arriva a Venezia alla fine del Cinquecento, grazie ai mercanti che portavanole spezie dall’Oriente: nei dipinti del Guardi si trovano i ritratti della città e dei primi Grandi Caffè di Piazza San Marco, ai quali molto si deve per la diffusione di questa bevanda nel mondo.



 



La "Miscela Dolce" , la cui confezione si pregerà dei due dipinti del Guardi, è  la prima nata in casa Goppion, nel lontano 1948, anno di fondazione. Oggi l’azienda occupa 35 dipendenti. Il fatturato 2019 è stato di 12 milioni di euro, mentre la quantità di caffè lavorato raggiunge circa 1 milione e 200mila kg. L’80% delle vendite è sviluppato dal mercato Italia, il resto va in tutto il mondo: dall'Iran a Dubai, da Taiwan a Singapore, oltre che in tutta Europa. Goppion è tra i fondatori del Consorzio di Tutela del Caffè Espresso ItalianoTradizionale, candidato al riconoscimento da parte di Unesco come bene immateriale dell’Umanità.



 




 


| modificato il:

foto dell'autore

Maria Elena Tonin

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×