01/04/2023poco nuvoloso

02/04/2023pioggia debole e schiarite

03/04/2023poco nuvoloso

01 aprile 2023

Esteri

Putin usa per la prima volta la parola 'guerra': "Prima finisce meglio è"

Il leader russo aveva sempre definito il conflitto un'"operazione militare speciale". Consigliere lo denuncia per "diffusione di informazioni false"

| AdnKronos |

| AdnKronos |

putin guerra russia

MONDO - Vladimir Putin ha usato per la prima volta in pubblico la parola "guerra" per riferirsi al conflitto in Ucraina, invece di parlare come sempre di "operazione militare speciale". "Il nostro obiettivo non è far girare il volano del conflitto militare, ma, al contrario, porre fine a questa guerra. Prima finisce, meglio è", ha detto il presidente russo ai giornalisti a Mosca, dopo aver partecipato a una riunione del Consiglio di Stato sulle politiche giovanili. "Ci siamo impegnati e continueremo a lottare per questo".

 

I critici di Putin affermano che usare la parola “guerra” per descrivere il conflitto ucraino è illegale in Russia da marzo, quando il leader russo ha firmato una legge sulla censura che rende reato diffondere informazioni “false” sull'invasione, con una sanzione fino a 15 anni di reclusione per chiunque venga condannato. Nikita Yuferev, un parlamentare municipale di San Pietroburgo fuggito dalla Russia a causa della sua posizione contro la guerra, ha dichiarato di aver chiesto alle autorità russe di perseguire Putin per "diffusione di informazioni false. Non c'è stato alcun decreto per porre fine all'operazione militare speciale, nessuna guerra è stata dichiarata", ha scritto su Twitter. "Diverse migliaia di persone sono già state condannate per tali parole sulla guerra".

 

Intanto Alexander Darchiev, direttore del dipartimento nordamericano del ministero degli Esteri russo, ha reso noto nel corso di una intervista all'agenzia di stampa Tass che la Russia ritiene impossibile qualsiasi colloquio sulla sicurezza fino a quando ''mercenari e istruttori della Nato'' saranno presenti in Ucraina. Parlare di colloqui è prematuro, ha aggiunto, ''fino a quando non si fermerà il flusso di armi e di finanziamenti per il regime di Zelensky'' e fino a quando ''non si ritireranno i mercenari e gli istruttori della Nato''.

 



AdnKronos

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×