15/07/2024sereno

16/07/2024sereno

17/07/2024sereno

15 luglio 2024

Montebelluna

Il prossimo anno gli studenti delle medie di Biadene dovranno studiare in aule prefabbricate

Arrivano i container alla “Dante Alighieri” per consentire le lezioni durante il cantiere per i lavori di miglioria

| Margherita Zaniol |

| Margherita Zaniol |

medie biadene

MONTEBELLUNA - L’amministrazione comunale di Montebelluna, assieme alla dirigenza scolastica dell’Istituto Comprensivo Montebelluna 2, hanno reso noto che, in vista del cantiere che interesserà la scuola secondaria di primo grado “Dante Alighieri” di Biadene, per il prossimo anno scolastico sono previste delle modifiche all’assetto degli spazi. Il plesso e l’adiacente palestra sono infatti oggetto di un intervento reso possibile grazie al finanziamento PNRR di 2.646.500 euro rispetto ad un costo complessivo di 5.000.000 euro. Il progetto riguarda sia l’adeguamento sismico del fabbricato scolastico, che la ricostruzione completa della palestra e la sistemazione dell’area esterna.

Nel corso di questi mesi il sindaco di Montebelluna, il dirigente di settore, il dirigente scolastico, il vicepreside e i referenti del CPIA Alberto Manzi, che organizza i corsi serali nello stesso plesso scolastico, il progettista-direttore lavori, ing. Francesco Rizzato di Tecnohabitat e la ditta costruttrice Vilnai, si sono incontrati e interfacciati più volte per concordare logistica e modalità per rendere compatibile l’attività didattica e lo svolgimento dei lavori. Lavori che, nel corso dell’anno scolastico 2023-2024, hanno già interessato sei aule precedentemente adibite ai laboratori, che saranno riconsegnate in occasione dell’avvio del prossimo anno scolastico. Nel corso dell’estate i lavori interesseranno la palestra e il corpo centrale del plesso.

Rispetto a tale scenario, con la direzione scolastica è stata condivisa la scelta di installare dieci aule prefabbricate all’esterno del plesso, che saranno utilizzate in parte per ospitare le lezioni e altre attività scolastiche. Altri spazi per le attività didattiche e complementari saranno disponibili attraverso ulteriori sei aule che non saranno per il momento interessate dai lavori di manutenzione straordinaria. Nel frattempo si stanno anche valutando varie opzioni per assicurare l’attività motoria, stante il fatto che l’adiacente palestra ad uso anche scolastico sarà oggetto di completa ricostruzione. Ulteriori dettagli saranno forniti quanto prima.

Commenta il sindaco: “Grazie al dialogo e alla collaborazione con l’Istituto scolastico, abbiamo condiviso che la scelta più opportuna, fosse quella di allestire un’area didattica esterna provvisoria dove ospitare le lezioni nel periodo più impattante dei lavori. Si tratta, ovviamente, di un assetto provvisorio ma necessario, per consentire il prosieguo dei lavori che restituiranno poi una scuola ancora più sicura e funzionale. Proprio per questo il Comune investirà circa 250mila euro necessari per allestire l’area didattica grazie ai fondi dell’avanzo di amministrazione che andremo a destinare nelle prossime settimane.

Ringrazio l’Istituto per la grandissima collaborazione e apertura dimostrata, consapevoli che, sebbene modificare l’assetto scolastico non sia mai cosa facile, è altrettanto importante assicurare luoghi sicuri dove frequentare le lezioni. Detto questo ci tengo a sottolineare quanto l’amministrazione sia sensibile al tema della sicurezza degli studenti (odierni e futuri), del corpo docente e del personale scolastico e pertanto, non abbia voluto perdere le opportunità finanziarie rese possibili con il PNRR grazie al quale sono state finanziate molte opere di edilizia scolastica in Città che stanno dando seguito ai relativi cantieri”.

Afferma il dirigente scolastico: “La scelta di mantenere unita la scolaresca, allestendo delle aule prefabbricate, è sicuramente l’opzione migliore per l’organizzazione complessiva del servizio didattico/educativo del prossimo anno scolastico. Certamente non mancheranno le difficoltà, ma sono certo che gli insegnanti e il personale ausiliario, gli alunni e le famiglie, sapranno affrontarle con spirito di collaborazione sapendo di poter contare, al termine dei lavori, su un edificio più sicuro e riqualificato anche esteticamente”. Quanto all’altro cantiere scolastico in corso nella frazione per la costruzione del plesso unico Biadene-Pederiva, si informa che il cantiere è in corso ma - a causa di rallentamenti non dipendenti dall’ente comunale - si stanno verificando dei ritardi sulle tempistiche che l’amministrazione comunale sta cercando di limitare il più possibile.
 


Iscriviti alla Newsletter di OggiTreviso. E' Gratis

Ogni mattina le notizie dalla tua città, dalla regione, dall'Italia e dal mondo


 

 



Margherita Zaniol

Leggi altre notizie di Montebelluna
Leggi altre notizie di Montebelluna

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×