28 settembre 2020

Conegliano

Il programma elettorale di...Ascom

“Conegliano ha bisogno di qualcosa in più di questa amministrazione”

| Roberto Silvestrin |

immagine dell'autore

| Roberto Silvestrin |

Il programma elettorale di...Ascom

CONEGLIANO - La prima realtà coneglianese a presentare un programma per le elezioni 2017 non è una forza politica. Paradossale ma vero, è l’Ascom ad aver presentato il primo documento “politico-sindacale”: nessun candidato e nessuna lista, soltanto un progetto di rilancio del commercio da far firmare a tutti i candidati sindaci che vorranno sottoscriverlo.

 

“Si tratta della base per la collaborazione con la prossima amministrazione, un punto di partenza” ha dichiarato Luca Ros, presidente di Ascom Conegliano. Il progetto tocca tutti i punti per riavviare la vita commerciale della città: defiscalizzazione, rilancio del distretto del commercio urbano, con progetti mirati e su misura per ogni comparto in cui è stato suddiviso idealmente il territorio comunale, blocco dei cambi di destinazione d’uso (“non vogliamo essere la città degli sportelli”), rivitalizzazione di via XX Settembre (“non ci vedo più il salotto buono della città”), ampliamento dell’area per i parcheggi a sosta libera, realizzazione di piazza Carducci. Proprio su quest’ultimo punto Ros è stato chiaro: “E’ il punto di svolta su cui si basa il rilancio. Via Carducci non deve rimanere una strada chiusa con le transenne, ma diventare una vera e propria piazza”.

 

L’idea è anche quella di realizzare un forum permanente per la trasformazione della città, a cui possano prendere parte tutte le forze coinvolte nella vita politica, amministrativa, commerciale e culturale della città. Ascom ha però anche l’obiettivo di inserire in ogni lista che si presenterà alle elezioni un referente del commercio, che faccia da intermediario tra amministrazione – una volta eletta – e commercianti.

 

“Non vogliamo più scontrarci con la giunta o sempre bussare alla sua porta, vogliamo invece essere parner e collaborare” ha reso noto Ros. Ci vorranno certo degli anni per mettere in piedi queste iniziative, lo stesso presidente ne è consapevole, ma questa è in qualche modo la prima pietra che la Conegliano del commercio pone per ripartire.

 

E se l’attuale sindaco Floriano Zambon dovesse ripresentarsi alle elezioni e vincerle, riproponendo magari gran parte dell’attuale governo della città? “Conegliano ha bisogno di qualcosa in più di questa amministrazione” ha commentato Ros. Il presidente si è subito affrettato a spiegare che questo non comporta necessariamente un “cambio di persone, ma sicuramente di mentalità”.

 

Al di là delle dichiarazioni, si è comunque compreso che dalle parti di via Colombo (sede dell’Ascom) non si dispererebbero certo per un eventuale sconfitta dell’attuale amministrazione.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Conegliano
Leggi altre notizie di Conegliano

Dello stesso argomento

immagine della news

27/12/2018

Un commiato...solidale

Nel 2019 aperto il forno crematorio di Conegliano. Con una sala commiato per i non credenti

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×