30/11/2022nuvoloso

01/12/2022pioviggine

02/12/2022pioviggine

30 novembre 2022

Treviso

Primo giorno di scuola senza mascherine, famiglie preoccupate per aumenti rette e servizio mensa

L’assessore Nizzetto: "Per le scuole di Treviso non ci saranno aumenti rispetto allo scorso anno per le tariffe del servizio mensa"

| Isabella Loschi |

immagine dell'autore

| Isabella Loschi |

ingresso studenti

TREVISO - Prima campanella oggi, lunedì 12 settembre, per 120 mila studenti della Marca. Per tutti sarà ricordato come il primo vero rientro alla normalità. Niente mascherine per gli studenti, niente più distanziamento tra i banchi, niente ricreazioni separate e stop alla didattica a distanza. “Questa mattina all’ingresso da scuola bambini e ragazzi erano felicissimi di ritrovarsi, ma soprattutto di non dover più indossare la mascherina dopo quasi tre anni”, il commento dell’assessore alla Scuola, Silvia Nizzetto. Ora resta da risolvere il problema degli organici con circa 300 posti ancora vacanti e il caro vita che purtroppo tocca anche le scuole e le famiglie: dalla mensa al trasporto scolastico.

A lanciare l’allarme nei giorni scorsi è stata la Fism di Treviso che, secondo i dati raccolti in un dossier, stima una spesa per le famiglie di circa 60 euro in più al mese. “Se così non sarà un intervento economico – ha avvertito la presidente della Fism Treviso, Simonetta Rubinato, appellandosi alle istituzioni locali e a quelle nazionali – ci vedremo costretti a consegnare loro le chiavi delle scuole”.

“Oggi siamo di fronte a una sfida di cambiamento epocale. Non è più tempo di parole: bisogna passare dal concetto della scuola dell’infanzia come servizio a domanda individuale a pagamento a quello di diritto esigibile in gratuità da parte di tutti i bambini e le bambine – ha affermato -. In questo nuovo anno scolastico le nostre scuole in provincia sono 207: quattro non hanno riaperto. Almeno un quarto di esse hanno bilanci già in forte sofferenza, destinata ad aggravarsi con gli attuali pesanti rincari”. “Abbiamo chiesto aiuto al Governo nazionale affinchè riconosca con urgenza nei prossimi provvedimenti alle nostre scuole un credito d’imposta al 100% sugli aumenti delle bollette per non scaricarli sulle rette alle famiglie”.

Per le scuole di Treviso l’assessore Nizzetto, assicura che almeno non ci saranno aumenti per tariffe del servizio mensa: “Le mense scolastiche, una volta completato l’organico, dovrebbero partire per gli istituti comprensivi dal 26 settembre e insime il tempo pieno. Per l’anno in corso manteniamo invariate le tariffe del servizio mensa, facendoci carico come comune degli aumenti - sottolinea Nizzetto - . Solo lo scorso anno, con la pandemia, abbiamo dovuto aggiungere 350mila euro per riuscire ad adeguare e mantenere il servizio mensa nelle scuole rispettando le restrizioni”. Anche quest’anno gli aiuti del comune alle famiglie arriveranno in base alla fascia di reddito.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×