18 settembre 2021

Oderzo Motta

I primi 50 anni del Coro Alpino medunese

Sabato importante ricorrenza per lil gruppo nato a Meduna nella primavera del 1965

|

|

I primi 50 anni del Coro Alpino medunese

MEDUNA DI LIVENZA - E’ successo 50 anni fa, a Meduna di Livenza,  sulle rive del fiume che da il nome al paese. Un gruppo di giovani amici, dopo una giornata di lavoro si ritrovano per bere un bicchiere, raccontare qualche storia e con molta semplicità,  guidati da uno di loro, magari dotato di una discreta voce, intonano  qualche canto sentito dai genitori o dai nonni. Canti che  parlavano di guerra molto spesso, di lavoro, di montagna  ma anche di ragazze e di divertenti  e scherzosi momenti di vita paesana. 

 

Era la primavera del 1965 e nasceva il Coro Alpino Medunese, dando il via a 50 anni  di ininterrotta attività, diventando nel tempo un punto di riferimento corale per la comunità medunese e trevigiana. 

    

“Non abbiamo contato i nostri concerti, e francamente non ha alcuna importanza se sono stati 400 o 750 . Ne ricordiamo sicuramente molti, per le emozioni che ci hanno fatto assaporare, per gli applausi ricevuti, per le lacrime che ci rigavano  il viso mentre cantavamo o perché ci ricordano incontri  particolari e la nascita di nuove amicizie.

 

Per noi, sono stati comunque  tutti bellissimi e, anche se in modi diversi, hanno tutti lasciato una traccia, talvolta indelebile,  dentro di noi. ” dice il presidente Daniele Guerra “ e se devo citarne uno in particolare  sceglierei proprio il più recente perché ha suscitato in tutti noi emozioni difficilmente ripetibili , sia per la cornice in cui si è svolto sia per il tema della manifestazione. Infatti, lo scorso  24 maggio scorso , il coro ha avuto l’onore di esibirsi sul palco dell’Arena di Verona gremita di coristi e spettatori, per ricordare il 100 anni dell’entrata in guerra dell’Italia nella Prima Grande Guerra. Un modo fantastico per concludere i nostri 50 anni di coralità”.

 

 

Sono stati 50 anni intensi di attività che hanno consentito al coro si stringere amicizie con molti altri cori in particolare attraverso le  due rassegne di cui una natalizia che, da più di vent’anni,  il coro ha organizzato annualmente a Meduna di Livenza . Sono stati circa 60 i cori invitati a Meduna di Livenza a far sentire i loro canti e portare le loro tradizioni,  molti dei quali di assoluto prestigio, con  provenienza da ogni parte d’Italia.

 

 

Numerose anche le collaborazioni con le associazioni locali;  in particolare con i gruppi alpini con il quale il coro ha  sempre intrattenuto legami particolarmente stretti esibendosi spesso a manifestazioni da essi organizzate nonché con il Club Alpino Italiano per la comune passione per la montagna, concretizzatasi attraverso gite ed escursioni che hanno consentito talvolta l’occasione di incontri  sfociati in vere  amicizie  come quelli con la giovane cantautrice Erica Boschiero e con un gruppo di alpinisti bavaresi.

 

Va sottolineata l’attività divulgativa e didattica effettuata  esibendosi molte volte e collaborando a progetti musicali con le scuole del circondario, soprattutto di tipo primario.

 

 Molte soddisfazioni   il coro le ha raccolte organizzando e partecipando a manifestazioni benefiche, anche con raccolta fondi, ed andando a portare qualche momento  di allegria e spensieratezza nei luoghi di doloro e di solitudine, ricevendo in cambio oltre agli applausi, un intenso arricchimento interiore.  

    

 

Sono stati circa   125 dei quali 33 attuali i  coristi che, dalla fondazione,  si sono alternati nell’organico del coro. Alla  guida tecnica si sono succeduti quattro direttori, Padre Ermenegildo Tonello, Giuseppe “Pino” Unghietti, Enzo Piva  ed Egidio Zoia, attuale direttore, dapprima corista e cofondatore del coro. I presidenti sono stati tre; in ordine cronologico  Lodovico Astolfo , Renzo batti stella e Daniele Guerra attuale presidente.

 

Una menzione particolare va indirizzata a Lodovico “Ico” Astolfo , che ha dato una forte impronta e personalità al coro guidandolo ininterrottamente  per i primi 40 anni di vita. A lui,  per ricordare ed onorare  il suo impegno e la sua dedizione , l’Amministrazione comunale di Meduna ha deciso di intitolare la sala prove, con una cerimonia che si terrà in occasione della festa organizzata per festeggiare il prestigioso traguardo raggiunto dal coro,  che si terrà a Meduna di Livenza sabato 6 giugno.

 

    Il programma della festa alla quale sono stati invitati tutte le associazioni del comune, molti cori amici e tutti gli ex coristi, prevede alle ore 18.00 S. messa, alle 19.15 intitolazione della sala prove a Lodovico Astolfo, alle 19,30 aperitivo in piazza, alle 20.45 concerto del 50^ presso la palestra comunale  ed al termine rinfresco.

 



Leggi altre notizie di Oderzo Motta
Leggi altre notizie di Oderzo Motta

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×