19 giugno 2021

Treviso

Presi d'assalto per la denuncia dei redditi, i Caaf vanno in automatico

Aumentate del 24% le richieste di appuntamento agli sportelli di Cgil e Cisl di Treviso per accedere alle prestazioni sociali agevolate. In arrivo anche l'assegno unico per le famiglie.

| Roberto Grigoletto |

immagine dell'autore

| Roberto Grigoletto |

Presi d'assalto per la denuncia dei redditi, i Caaf vanno in automatico

TREVISO - Presi d’assalto, letteralmente, gli uffici Caaf della Cgil ed della Cisl di Treviso impegnati nella compilazione dell’Isee. Boom di richieste di appuntamento, che aumenteranno con l'arrivo dell'assegno unico universale. La Cgil di Treviso fa sapere che nei primi tre mesi di quest’anno le dichiarazioni sostitutive uniche – quelle per intenderci che servono per calcolare l’indicatore della situazione reddituale – sono aumentate del 24% rispetto al trimestre gennaio-marzo dello scorso anno, arrivando a 12.269. Un incremento di pratiche per ottenere le prestazioni sociali agevolate, che si colloca nel solco di una curva crescente nell’ultimo triennio (+33% se comparato allo stesso periodo del 2019) ancora lontana da raggiungere il picco.

Lunghe le code ai centralini del Caaf: finora si contano 1.500 appuntamenti per il mese di aprile in tutte le diciassette sedi del centro di assistenza fiscale della Camera del lavoro nel territorio provinciale. E con l’assegno unico universale appena approvato dal Parlamento e che entrerà in vigore il 1 luglio, la musica non è destinata a cambiare: le richieste di appuntamento per consulenza e compilazione delle domande aumenteranno anzi ancora di più. “Con il Reddito di Emergenza esteso dal Decreto Sostegni a una più ampia platea di beneficiari ci attendiamo un nuovo e cospicuo incremento delle pratiche ISEE anche nei prossimi mesi. Siamo consapevoli dell’importante ruolo di supporto che offriamo a famiglie, lavoratori e pensionati, soprattutto in questa fase così critica e delicata, motivo per il quale ci siamo già attrezzati per rispondere a questa prevista crescita delle richieste” - assicura Monica Giomo, amministratrice delegata Caaf Cgil Treviso. Caaf che è a disposizione di tutti i cittadini con il servizio ISEE gratuito e su appuntamento, nel rispetto delle disposizioni a tutela della salute, prenotabile al numero unico 0422 4091, valido per tutta la provincia, o tramite l’App per smartphone Digita Cgil.

Anche la CISL territoriale di Treviso e Belluno si è attrezzata con un numero (0422 1660661) unico taglia-attese per prenotare gli appuntamenti al Caf e al patronato Inas. Prima nel Veneto, ha lanciato il centro unico di prenotazione con riconoscimento automatico degli utenti già inseriti nei database dei servizi Cisl. Un investimento importante, concomitante all’avvio di un centralino unico con 10 operatori che rispondono alle telefonate dalle 8.30 alle 18.30. Nella prima settimana di attivazione, avvenuta il 23 marzo, sono state gestite quattromila chiamate per fissare gli appuntamenti nelle due modalità previste: automaticamente, seguendo le indicazioni della guida vocale per le persone che già si sono rivolte ai servizi Cisl - oltre un migliaio gli appuntamenti fissati -, o attraverso il contatto diretto con gli operatori del centralino. Allo stesso tempo, il nuovo sistema informatico prevede l’invio di tutte le chiamate dirette ai diversi numeri delle sedi Cisl al nuovo super centralino, per una gestione più efficiente.

“L’obiettivo - spiega il segretario organizzativo Nicola Brancher - è di non perdere neanche una telefonata per le attese: se gli operatori saranno occupati per l’alto numero di chiamate in alcune fasce del giorno, gli utenti saranno richiamati entro 8 ore e l’appuntamento fissato. Il numero unico per le prenotazioni dà la possibilità di prenotare in tempi veloci gli appuntamenti, agevolando l'accesso ai nostri servizi”.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Roberto Grigoletto

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×