15/07/2024sereno

16/07/2024sereno

17/07/2024sereno

15 luglio 2024

Agenda

Premio di Drammaturgia Contemporanea “Giuseppe Bepo Maffioli”.

GEA.24 al via giovedì 20 giugno al Teatro Del Monaco con la serata dedicata al premio nazionale di scrittura per la scena

Spettacolo - Teatro - Cinema

quando 20/06/2024
orario Dalle 20:30 alle 22:00
dove Treviso
Teatro Mario Del Monaco
prezzo Euro 3
info info@gioiosaetamorosa.it
organizzazione GEA. GIOIOSAETAMOROSA – Treviso Contemporary Theater Festival

Si alza il sipario in città per la 4^ edizione di GEA. GIOIOSAETAMOROSA – Treviso Contemporary Theater Festival, rassegna di teatro contemporaneo che travolgerà il capoluogo della Marca dal 20 al 30 giugno: 10 giorni di spettacoli, laboratori, processi creativi, momenti di confronto e dialogo con la cittadinanza che quest’anno ruoteranno tutti attorno al tema (TRANS)UMANA. La kermesse debutta giovedì 20 giugno al Teatro Mario Del Monaco con la terza edizione del Premio di Drammaturgia Contemporanea “Giuseppe Bepo Mafioli”, premio nazionale di scrittura per la scena istituito dal Comitato Teatro Treviso in collaborazione con Regione Veneto, Comune di Treviso, Teatro Stabile del Veneto - Teatro Nazionale e Archivio Giuseppe Maffioli. Un’occasione per ricordare e celebrare il drammaturgo, regista e attore trevigiano, premiare autori e autrici teatrali noti o meno noti del panorama nazionale e al contempo coinvolgere la cittadinanza in una fruizione nuova del teatro.


Come ormai da tradizione l’appuntamento è per le 19.30 al Teatro Mario Del Monaco per l’apertura ufficiale di GEA.24 – (TRANS)UMANA con il taglio del nastro e il buffet di inaugurazione. Alle 20.30 si proseguirà con la serata interamente dedicata al Premio di Drammaturgia Contemporanea “Giuseppe Bepo Mafioli”, che vedrà prima la cerimonia di premiazione del concorso e a seguire la mise en lecture della drammaturgia vincitrice che, novità dell’edizione ‘24, avrà per la prima volta una regia, affidata quest’anno all’attrice, ricercatrice e autrice Giuliana Musso. Tra le 42 opere inedite pervenute, in linea con le tematiche di GEA.24 - (TRANS)UMANA o con quelle che rappresentano l’essenza del festival – l’amore, la joie de vivre, il dionisiaco, il piacere e tutto ciò che di “gioiosoetamoroso” possa esistere – la giuria, al 70% tecnica e al 30% popolare, ha decretato come vincitore il testo “Prima di scendere in campo” del drammaturgo, attore, regista e pedagogo Fabio Banfo. Nato a Vercelli nel 1975, si diploma come attore alla Scuola d’Arte Drammatica “Paolo Grassi” di Milano. Dal 2003 è membro permanente del Teatro dei Sensibili. Ha tenuto corsi di regia all’Accademia di Brera e seminari in alcune Università in Cile e Argentina ed è stato docente di recitazione presso i Teatri Possibili di Milano e al Binario 7 di Monza e dal 2017 al Centro MaMiMò di Reggio Emilia. È autore di moltissimi spettacoli, tra cui “Alfredino, l’Italia in fondo a un pozzo” di cui è anche interprete, vincitore dei premi “Miglior Spettacolo” e “Miglior Drammaturgia” al Doit Festival 2017 di Roma, rappresentato in diversi teatri italiani fino al 2021, anno in cui vince il premio Fersen 2022 alla regia. Nel 2023 riceve per il suo testo teatrale “Kobane” la menzione speciale della giuria del Premio Drammaturgico Internazionale LGBTQ+ Carlo Annoni 2023. Nel marzo 2024 è vincitore del premio alla drammaturgia italiana Mario Fratti Award 2024, promosso da Inscena! Italian Theater Festival di New York, con il testo “El Desaparecido”.

 

“Prima di scendere in campo”, verrà quindi proposto al pubblico in lettura scenica dal Comitato Teatro Treviso e accompagnata dalle illustrazioni di Elisa Canaglia del Treviso Comic Book Festival. È il 17 giugno del 2026, e a Istanbul, Paulo Stingo, campione di calcio italo-argentino, in forza all’Atalanta, a poche ore da una storica finale di Champions League, rilascia un’intervista ad un giornalista in cui dichiara la propria omosessualità. Il giornalista, comprendendo l’enormità dello scoop che ha per le mani e le sue possibili conseguenze, prima di renderlo pubblico, avvisa la società del giocatore, che tenterà in tutti i modi di farlo ritrattare prima dell’inizio della partita. Chiuso in uno spogliatoio, in attesa di conoscere il proprio destino, Paulo Stingo incontrerà una galleria di personaggi cruciali per la sua sfera professionale e affettiva, giocando una partita decisiva in cui vita privata e pubblica si intrecciano, mentre sullo sfondo sfila anche il mondo del calcio e la sua storia, con le sue vette e le sue miserie. Questa è la cronaca di quei 90 minuti che precedono la discesa in campo di Paulo Stingo o la fine della sua carriera.

 

Oltre all’annuncio dell’opera vincitrice messa in scena, a cui verrà conferito un premio in denaro del valore di 1.000 euro, nel corso della serata verranno assegnate anche tre Menzioni Speciali da parte della Giuria Tecnica per i testi ritenuti particolarmente significativi e la Menzione Speciale Premio della Giuria Popolare.


Altri Eventi nella categoria Spettacolo - Teatro - Cinema

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×