09/08/2022sereno

10/08/2022poco nuvoloso

11/08/2022poco nuvoloso

09 agosto 2022

Mogliano

Preganziol, obbligo green pass over 50: “servizi garantiti, solo un dipendente non vaccinato”

A prendere parola è il sindaco Paolo Galeano: “Situazione in costante divenire, continuiamo a stare all’erta”

| Manuel Trevisan |

immagine dell'autore

| Manuel Trevisan |

Il comune di Preganziol

PREGANZIOL – Con la giornata di oggi, martedì 15 febbraio, entra in vigore l’obbligo del green pass rafforzato nei luoghi di lavoro, per chi ha almeno 50 anni o li compie entro il 15 giugno. La certificazione verde rafforzata, che si può ottenere tramite il vaccino anti-Covid o la guarigione dall’infezione, va così a sostituire il green pass base, ottenuto invece mediante tamponi, che resta valido solo per i lavoratori under 50. I lavoratori interessati dalla normativa privi di green pass rafforzato saranno considerati assenti ingiustificati e non percepiranno lo stipendio, senza però conseguenze disciplinari e con diritto a conservare il rapporto di lavoro, fino al 15 giugno.

Novità che non sembrano preoccupare il sindaco di Preganziol Paolo Galeano. “Devo dire che la situazione è migliorata molto rispetto a un mese fa, quando con il decreto entrato in vigore l’8 gennaio eravamo venuti a conoscenza dell’imminente obbligo del green pass rafforzato a tutti gli over 50. Se fino a qualche tempo fa c’erano alcuni dipendenti comunali ancora non vaccinati, che, se sospesi, avrebbero potuto causare disservizi, oggi non è più così e il numero di non vaccinati si è ridotto a uno. Gli altri hanno deciso di aderire alla campagna vaccinale o si sono contagiati, ottenendo così la certificazione verde rafforzata. Certo che questi ultimi sono ‘coperti’ per i prossimi quattro mesi, poi bisognerà vedere, anche sulla base di come evolve la situazione normativa. Ormai sappiamo che si tratta di una fase in costante divenire. Ad oggi, però, si può dire che i servizi sono tutti garantiti, e questo è già un grande traguardo”.

Un bel traguardo, perché la recrudescenza della pandemia, causata anche dal dilagare della variante Omicron, ha messo a dura prova la macchina comunale. “Non siamo ancora in una fase di tranquillità, questo è certo: pertanto dobbiamo continuamente monitorare l’andamento della situazione. Ma, va detto, in questi mesi difficili siamo comunque riusciti a garantire un servizio ottimale ai cittadini. Per questo ringrazio tutti i dipendenti comunali che si sono messi a disposizione anche nelle fasi più acute della pandemia”.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Manuel Trevisan

Leggi altre notizie di Mogliano
Leggi altre notizie di Mogliano

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×