05 giugno 2020

Vittorio Veneto

Porfido e led: Vittorio Nord si rifà il look

Entro fine novembre saranno completati i lavori tra Porta Cadore e Piazza Flaminio

| commenti |

| commenti |

Porfido e led: Vittorio Nord si rifà il look

VITTORIO VENETO - Conclusi i lavori in piazzetta Vecellio e via Pajetta, con il posizionamento del fondo in porfido, un' illuminazione a terra ad indicare la carreggiata e una serie di paletti illuminati a protezione dell’area prospiciente l’Oratorio dei Battuti, e delle passerelle di legno lungo i Meschietti, sono in corso in questi giorni i lavori in via dei Battuti, che costeggia il fiume Meschio da via Pajetta a piazza Flaminio: dopo la posa dei sottoservizi, la pavimentazione sarà realizzata in porfido, pietra e acciottolato, per uniformarla alle vie adiacenti.

 

A Longhere è stato ultimato l’intervento sul parcheggio in via della Vallata. “Era uno spiazzo degradato – commenta l’assessore ai Lavori Pubblici e vicesindaco Alessandro Turchetto – posto proprio all’ingresso della città. E’ stato ricavato un parcheggio a servizio di Longhere e della chiesa, dotato di ben 25 stalli." La zona è stata inoltre completata con la realizzazione della illuminazione pubblica e la sistemazione del passaggio pedonale per permettere l’attraversamento della strada provinciale.

 

E’ imminente anche l’avvio dei lavori a Porta Cadore, nei pressi della Vittoria Alata, nell’ambito del “Progetto strategico regionale per la rivitalizzazione dei centri storici urbani e la riqualificazione delle attività commerciali”. Recepite le prescrizioni della Sovrintendenza, con un intervento di 216.000 euro, si conferirà un’immagine “contemporanea” alla piazza, il cui uso sarà mantenuto a parcheggio, con una pavimentazione con finitura in cemento “stampato” con inserti in acciottolato ed elementi di decoro ed arredo urbano, quali la seduta lungo via Caprera, i nuovi punti luce e la valorizzazione “luminosa” con led della Nike di Samotracia, simbolo della città.

 

I lavori saranno completati entro il mese di novembre. Per metà ottobre è invece previsto l’intervento conservativo strutturale dell’arco austriaco alle porte di piazza Flaminio. La data dell’intervento è stata concordata con i commercianti del quartiere, per limitare al minimo, nel momento più propizio, i disagi conseguenti alla chiusura temporanea della strada statale.

“La città sta cambiando volto – commenta soddisfatto il sindaco Roberto Tonon – all’insegna del recupero e della valorizzazione dell’esistente e della messa in risalto delle nostre realtà. Puntiamo ad una Vittorio Veneto sempre più vivibile per i cittadini e più accogliente per i turisti che la visitano”.

 

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×