22 ottobre 2020

Treviso

Polveri sottili oltre i limiti per 4 giorni consecutivi, a Treviso scatta il blocco dei diesel Euro 4

Da oggi, dalle 8.30 alle 18.30, circolazione interdetta per veicoli a benzina Euro 0 e 1, a gasolio Euro 0, 1, 2, 3 e 4

| Isabella Loschi |

immagine dell'autore

| Isabella Loschi |

blocco auto

TREVISO - A Treviso persiste l’inquinamento e da oggi scatta l’allerta arancione, ovvero il divieto di circolazione anche per i veicoli diesel euro 4.

L’ordinanza antismog, che torna in vigore oggi martedì 7 gennaio, a causa del superamento per 4 giorni consecutivi del limite di 50 microgrammi/m3 di Pm10, passa alla fase di allerta intermedia, quella arancione appunto.

L’amministrazione comunale sottolinea come i livelli di polveri siano oltre i limiti dal 31 dicembre e quindi che l’accensione dei pan e vin e il picco di ieri notte, pari a 445 microgrammi per metro cubo d’aria, registrato dalla centralina Arpav di via Lancieri da Novara, non sia la prima causa della stretta alla circolazione.

Da oggi quindi sarà interdetta la circolazione dalle 8.30 alle 18.30 alle vetture alimentate a benzina Euro 0 e Euro1, veicoli  a gasolio Euro 0, Euro 1, 2, 3 ed Euro 4, i veicoli commerciali a gasolio  Euro 0, 1, 2 e 3, oltre ai ciclomotori e motoveicoli Euro 0.

Per facilitare l’utenza e le attività produttive e commerciali sono comunque previste delle deroghe: in primo luogo, potranno circolare i veicoli con potenza inferiore o uguale a 80 kw di conducenti muniti di copia dell’attestazione Isee pari o inferiore a 9.360 euro. Non saranno sottoposti ad alcun divieto i veicoli elettrici o ibridi, i veicoli a benzina con impianti a gpl o gas metano purché utilizzino questi ultimi due tipi di alimentazione, gli autobus adibiti al servizio pubblico di linea, i bus turistici, gli scuolabus, taxi e autovetture in servizio di noleggio con conducente, i veicoli di trasporto dei pasti per le mense, i veicoli a servizio dei portatori di handicap muniti di contrassegno, veicoli adibiti al trasporto di persone sottoposte a terapie indispensabili e indifferibili, i veicoli di soccorso, i veicoli per il trasporto di farmaci, vetture con targa estera purché i conducenti siano residenti all’estero, i veicoli di servizio e nell’ambito dei compiti d’istituto delle pubbliche amministrazioni e delle forze dell’ordine, veicoli che devono recarsi alla revisione obbligatoria, veicoli degli ospiti degli alberghi e delle strutture ricettive, veicoli che trasportano almeno tre persone a bordo se omologati a quattro o più posti o con almeno due persone a bordo se omologati a due posti (car pooling).

Potranno circolare i veicoli di categoria N, Euro 3 (destinati al trasporto delle merci), con idonea documentazione. Saranno esentate le persone che non possono recarsi al lavoro con mezzi pubblici a causa dell’orario di inizio o di fine turno o del luogo di lavoro, limitatamente al percorso più breve casa lavoro (con dichiarazione del datore di lavoro) e i veicoli con potenza inferiore o uguale a 80 kw di proprietà di conducenti che abbiano compiuto il 70° anno di età. Potranno circolare in deroga con apposito titolo autorizzatorio veicoli per il trasporto alle strutture sanitarie pubbliche o private per visite mediche, cure e analisi programmate.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×