21 febbraio 2020

Treviso

I poliziotti gli chiedono i documenti, lui li prende a sberle

Il giovane straniero è stato arrestato. Controlli della polizia ai "Giardini di Sant'Andrea"

Matteo Ceron | commenti |

immagine dell'autore

Matteo Ceron | commenti |

TREVISO – I poliziotti gli chiedono i documenti, ma lui li prende a schiaffi e li spintona. Gli agenti stavano effettuando dei normali controlli e stavano identificando varie persone, finché si sono imbattuti nel nigeriano di 33 anni, che alla richiesta dei documenti ha reagito sferrando loro dei ceffoni in faccia.

In qualche modo gli agenti sono riusciti ad immobilizzarlo e l’hanno tratto in arresto per resistenza a pubblico ufficiale e per rifiuto di fornire le proprie generalità, facendolo finire in carcere.

 

Si tratta di una delle tante persone identificate in questi giorni durante dei servizi specifici disposti dalla Questura ai “Giardini di Sant’Andrea”. Solo ieri pomeriggio i poliziotti delle volanti hanno controllato una ventina di persone, tra cui anche tre ventenni, sempre di origine nigeriana, che vedendoli hanno provato ad allontanarsi, ma sono stati poi bloccati in via Fiumicelli da un’altra volante.

Uno di loro, con diversi precedenti alle spalle per spaccio di droga, è stato trovato con una decina di confezioni termosaldate di marijuana pronte per essere vendute nel portapacchi della bicicletta ed è stato denunciato.

 

Nel complesso, negli ultimi giorni sono stati una sessantina i frequentatori abituali dei “Giardini di Sant’Andrea” identificati e diversi di questi sono stati segnalati per detenzione di sostanze stupefacenti.

 



foto dell'autore

Matteo Ceron

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×