29 luglio 2021

Castelfranco

La politica castellana è concorde nel migliorare la viabilità cittadina

Il Consiglio comunale ha approvato all'unanimità due mozioni per la realizzazione di collegamenti con la Pedemontana Veneta e per favorire la viabilità ciclistica.

| Leonardo Sernagiotto |

immagine dell'autore

| Leonardo Sernagiotto |

Biciclette a Castelfranco

CASTELFRANCO - Il Consiglio comunale ha trovato un’unanime condivisione nei temi riguardanti la viabilità di Castelfranco, sia per il traffico veicolare, sia per la mobilità lenta. I consiglieri hanno infatti approvato all’unanimità due mozioni presentate dai gruppi di opposizione “Noi la Civica” e “Punto d’incontro”.

Nella prima, la consigliera Maria Gomierato aveva espresso i timori del suo gruppo riguardo la prossima apertura della Superstrada Pedemontana Veneta dal vicentino fino al casello di Montebelluna est (intersezione con la strada Feltrina) prevista per il maggio-giugno del 2021. Non essendo ancora state né realizzate, né tantomeno progettate le bretelle di collegamento tra la SPV e le altre strade principali della Castellana, la paura è che l’incremento di traffico veicolare possa avere serie ripercussioni per tutta la viabilità delle zone circostanti di Castelfranco, attualmente già provata dal traffico pesante. Per tale motivo il gruppo dell’ex-sindaco ha presentato una mozione (precedentemente discussa e modificata in commissione consiliare) per impegnare le istituzioni competenti nella costruzione della bretella di Loria, per il collegamento tra la statale "Nuova strada del Santo" e l’SPV in provincia di Vicenza, al fine di favorire il deflusso del traffico altrimenti gravante su Castelfranco.

La seconda mozione è stata invece presentata da Lorenzo Zurlo, per l'adesione del Comune di Castelfranco al progetto ComuniCiclabili, promosso dalla FIAB (Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta) e patrocinato, tra gli altri, dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, dal WWF, dall'ANCI. Si tratta di un’iniziativa volta a individuare comportamenti virtuosi da adottare, con l’obiettivo di favorire la mobilità lenta, togliere traffico urbano, limitare l’inquinamento e aumentare la sicurezza stradale. Per quanto riguarda Castelfranco, si tratterebbe di collegare in modo organico i diversi segmenti di piste ciclabili già realizzati e di favorire un uso più consapevole e diffuso della bicicletta. La mozione, che ha trovato l’adesione favorevole di Roberto Filippetto, assessore ai Lavori pubblici e all’ambiente, rientrerebbe inoltre a pieno titolo nel Piano Regionale della mobilità ciclistica, che sarà approvato nel corso del 2021 dalla Regione Veneto.

 



foto dell'autore

Leonardo Sernagiotto

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×