05 aprile 2020

Valdobbiadene Pieve di Soligo

Polemica sul personale comunale che si trasferisce

Il sindaco risponde alla minoranza: "Non c'entra nulla con la vicenda Pip"

| Roberto Silvestrin | commenti |

immagine dell'autore

| Roberto Silvestrin | commenti |

Polemica sul personale comunale che si trasferisce

FARRA DI SOLIGO - Bufera sulla gestione del personale comunale a Farra di Soligo. La settimana scorsa infatti il gruppo consiliare “Farra Bene Comune” ha presentato un’interrogazione in cui chiede spiegazioni su tre casi di “mobilità volontaria” e su uno di “mobilità esterna” tra i dipendenti. Il gruppo di minoranza vede infatti una correlazione tra i recenti sviluppi della vicenda Pip (con i 3 ricorsi persi dal Comune) e quello che i consiglieri d’opposizione ritengono un “fuggi fuggi” del personale.

 

Francesca Zabotti e Federico Amianti, le firme dell’interrogazione, chiedono se questi trasferimenti siano da attribuire “ad una gestione non adeguata del personale o ad uno scarso coinvolgimento e mancata informazione ai dipendenti su come affrontare la situazione venutasi a creare dopo le vicende giudiziarie sui Pip”. Decisamente seccato il sindaco Giuseppe Nardi: “Questi casi di mobilità non c’entrano nulla con quella vicenda, sono tutti dovuti a questioni personali e famigliari”.

 

Il primo cittadino ha poi reso noto che risponderà “nei dovuti modi” in consiglio comunale, definendo “preoccupante il fatto che un gruppo consiliare presenti un’interrogazione su delle persone specifiche, facendo peraltro nomi e cognomi”. Ma gli esponenti di “Farra Bene Comune” avevano sollevato anche un’altra questione: “la Commissione Pip, la cui istituzione è stata chiesta e ottenuta dalle minoranze in Consiglio Comunale, è stata convocata l'ultima volta il 27 dicembre 2016, quindi prima che arrivassero le tre sentenze della Cassazione sui ricorsi del Comune. Siamo quindi in attesa di una nuova convocazione della commissione o di un consiglio comunale” sostengono.

 

Decisa anche in questo caso la replica del sindaco, che si è detto “pentito di aver istituito tale commissione, che doveva servire per il bene della cittadinanza e che viene invece utilizzata per fare propaganda elettorale. Da loro (il riferimento è alla minoranza di Farra Bene Comune, ndr) non ho mai ricevuto nessun suggerimento utile alla causa”.

 



foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo
Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×