04 agosto 2020

Valdobbiadene Pieve di Soligo

Piove, e con i vigneti il suolo si trasforma in un acquitrino

La segnalazione del Gruppo Vallata “Per i Nostri Bambini”

| Ingrid Feltrin Jefwa |

immagine dell'autore

| Ingrid Feltrin Jefwa |

Follina vigneto

FOLLINA – Il Gruppo Vallata “Per i Nostri Bambini” ancora una volta si ritrova nello scomodo ruolo di Cassandra. Dopo aver preannunciato che il contestato vigneto vicino al Soligo sarebbe diventato un pantano i fatti gli hanno dato ragione. “Follina Jazera, zona Palù, a ridosso del fiume Soligo: acquitrino aromatizzato vino – ironizzano amari dal gruppo - Vedremo col gelo cosa accadrà. C'è qualcosa che non va! C'è qualcuno che non sa più cosa sia il buonsenso!”.

Il Gruppo Vallata “Per i Nostri Bambini” fa notare che la zona in questione non dovrebbe ospitare impianti di questa natura: “Jazera zona Palu', area vietata da Regolamento Intercomunale di Polizia Rurale, articolo 14: zona vietata ai vigneti, per rischio esondazione e di ristagno – quindi si chiedono -. Ma chi ci tutela e ha un minimo di rispetto per ambiente e il suolo comunale dove sta?”.

Il problema emerso riporta in auge la discussa questione del dissesto idrogeologico causato da coltivazioni in aree improprie. La piantumazione di vigneti dove prima c’erano dei boschi infatti pone la questione dell’incapacità dell’apparato radicale delle viti di svolgere i medesimo assorbimento dell’acqua, compiuto dai boschi.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa

Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo
Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×