27 novembre 2020

Valdobbiadene Pieve di Soligo

Pieve di Soligo, 38 positivi. Soldan: “Nessuna zona rossa”

Il sindaco invita i cittadini a non diffondere falsi allarmismi

| Claudia Borsoi |

immagine dell'autore

| Claudia Borsoi |

Pieve di Soligo, 38 positivi. Soldan: “Nessuna zona rossa”

PIEVE DI SOLIGO - «Mi giungono richieste di istituire zone rosse o di interdire piazze e vie. Chiedo che ci si astenga da dichiarazioni di questo tipo perché la situazione non richiede interventi simili, che eventualmente se necessari non esiterò ad attuare. Nel frattempo, ogni cittadino faccia la sua di parte rispettando le regole dettate dai dpcm».

 

Il sindaco di Pieve di Soligo Stefano Soldan affida alla pagina istituzionale del Comune un comunicazione rivolta a tutti i cittadini. Negli ultimi giorni, dopo anche la notizia dei numerosi contagi da Covid-19 registrati tra i cantori della Corale di Barbisano, in paese si sono diffusa varie voci che hanno anche alimentato notizie infondate sull’emergenza sanitaria. Da qui la decisione di Soldan di fare chiarezza.

 

«Attualmente nel comune di Pieve di Soligo ci sono 38 casi di positività in isolamento domiciliare e nessun caso di ricovero – il punto fatto stamane dal sindaco -. Quindi, una situazione contenuta rispetto ad una popolazione di 12.000 cittadini. Chiedo non si generino, come ho avuto modo di sentire, panico o preoccupazioni per una situazione di questo tipo. Il sindaco, come tutti quelli del Veneto, è quotidianamente informato dall’Ulss sul numero e sulla gravità dei casi, oltre a monitorare con le forze dell’ordine i diversi aspetti inerenti i comportamenti e il rispetto delle regole. Ringrazio anche le forze politiche presenti in consiglio comunale per l’apporto di idee e la condivisione degli aspetti più sensibili e in particolare il consigliere Mazzocco».

 


| modificato il:

foto dell'autore

Claudia Borsoi

Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo
Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×