09/08/2022sereno

10/08/2022poco nuvoloso

11/08/2022parz nuvoloso

09 agosto 2022

Treviso

Piazza Rinaldi, lavori al via

Martedì apre il cantiere di riqualificazione della piazza, termine dei lavori previsto a settembre

|

|

Piazza Rinaldi, lavori al via

TREVISO - L’attesa è finita. Questa volta per davvero. Martedì iniziano i lavori per la riqualificazione di piazza Rinaldi. Dopo la chiusura alle auto nell’agosto 2014, i ritardi dalla sovrintendenza, il cambio in corso d’opera dei progetti e la presentazione ufficiale della nuova piazza, domani inizierà l'allestimento del cantiere per i lavori.

Un intervento ampio che vuole rimettere in gioco, rendendolo vivo ed attrattivo, un intero quadrante della città. Accanto al rifacimento della piazza, cuore pulsante del progetto, sono previsti interventi anche su altri spazi, come il palazzo, i giardini e piazzetta Dolfin, che compongono l’insieme. E’ previsto anche l’arrivo di nuovi servizi e funzioni che contribuiranno a rendere l’Isola un luogo vivo, multifunzionale e uno spazio ritrovato per i più piccoli. Piazza Rinaldi sarà il cortile dei trevigiani.

Come da cronoprogramma i lavori di rigenerazione urbana inizieranno domani e termineranno alla fine di settembre. Nello stesso periodo si terrà anche il trasferimento della biblioteca dei ragazzi, Brat, a Palazzo Rinaldi che terminerà entro la fine dell’anno. Durante l’esecuzione sarà temporaneamente sospeso il collegamento tra via Sugana e via della Campana, mentre l’accesso pedonale e veicolare per residenti e autorizzati, informati in questi giorni direttamente dai tecnici del settore lavori pubblici, sarà garantita. Le aree di cantiere ed eventualmente i percorsi saranno opportunamente segnalati per garantire la sicurezza durante tutte le fasi.

 "Mentre in piazza Rinaldi diamo avvio, nei tempi previsti, alla rigenerazione della piazza, a maggio sarà la volta di Santa Maria dei Battuti - dichiara il sindaco Giovanni Manildo -  Ci attendono mesi importanti in particolare per gli appuntamenti culturale previsti in città e per il notevole afflusso turistico atteso. Vogliamo una città bella, viva e senza auto che dovranno lasciare spazio alle lunghe code davanti ai musei e ai tanti turisti che la riempiranno".      


Il progetto di recupero di quella che è già stata soprannominata l’Isola di piazza Rinaldi, racchiusa dai canali d’acqua in una linea continua che conduce fino a un’altra isola cittadina quella della Pescheria, prevede l’arrivo di nuovi servizi e funzioni che porteranno nuova vitalità nella zona, flessibilità degli elementi, in particolare l'arredo, e una coerenza nel sistema del verde che è stato pensato in maniera armonica rispetto all’esistente. Palazzo Rinaldi ospiterà appunto la Brat, e all’esterno i ragazzi troveranno un ‘cortile’ adeguato ad ospitare letture, incontri e divertenti momenti di gioco. La presenza della Brat sarà sottolineata anche da un’installazione artistica, oggetto di un concorso di idee, già in fase di elaborazione, che verrà lanciato nelle prossime settimane. Oltre alla piazza che costituisce il cuore pulsante dell’isola, il progetto prevede il recupero del giardino dei Rinaldi sul retro del palazzo.

La riqualificazione prevede la risistemazione del verde, in modo da creare un luogo ombreggiato e fresco, un piccolo bosco che costituirà la naturale prosecuzione, segnalata nel progetto da dei cerchi rossi, dalla biblioteca fino al giardino stesso. Il progetto coinvolge tutta la zona di Piazza Rinaldi, quindi anche il palazzo, i giardini e piazzetta Dolfin. Tra le novità anche un nuovo sistema di illuminazione,che utilizzerà delle lampade a led a basso consumo decisamente smart. L’isola pedonale avrà una forte relazione con i parcheggi di piazzale Burchiellati, con gli stalli di viale D’Alviano e con il Pattinodromo, per garantirne un’ampia fruibilità.

“La visione dell’amministrazione è di una rigenerazione urbana complessiva del quadrante che, concepito come un’area armonica stretta tra i canali e il verde, abbiamo chiamato ‘Isola’ – dichiara l’assessore alla cura e al benessere urbano Ofelio Michielan - Insieme ai percorsi ciclopedonali, che dalla stazione conducono al centro storico, questo intervento ci porta a fare un ulteriore passo in avanti nel rendere Treviso una città sempre più accessibile”.

L’opera costerà 583mila euro. L’intervento più oneroso, anche a causa del rifacimento e quindi del miglioramento dei sottoservizi, è la rigenerazione urbana della piazza che rappresenta il cuore pulsante del progetto.

 


| modificato il:

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dossier

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×