08 aprile 2020

Vittorio Veneto

"I pesticidi sono arrivati sotto le finestre dei cittadini"

La dichiarazione di De Bastiani durante il confronto tra i candidati. Miatto: "Ci troviamo con i vigneti troppo vicini all'abitato"

| Roberto Silvestrin | commenti |

immagine dell'autore

| Roberto Silvestrin | commenti |

VITTORIO VENETO - “Ci troviamo ad avere i vigneti troppo vicini all’abitato”: è il problema sollevato da Antonio Miatto, candidato sindaco del centrodestra, durante il dibattito di ieri sera trasmesso da La Tenda Tv. Durante il confronto tra i candidati sindaci, infatti, il tema dell’ambiente è stato quello posto al primo posto da (quasi) tutti i contendenti presenti*.

 

Oltre a Miatto, anche Alessandro De Bastiani (Rinascita Civica, Partecipare Vittorio) e Marco Dus (centrosinistra) hanno messo in cima alla “lista” la salvaguardia dell’ambiente. “Non è che il Prosecco richieda trattamenti maggiori di altri vitigni – ha continuato Miatto -. Ma qui c’è una struttura urbana diffusa, con il rischio di avere impianti troppo vicini”.

 

“Il Prosecco in questo momento è l’imputato maggiore – ha dichiarato il candidato Michele Toffoli (Forza Vittorio, Vittorio Veneto Città in Movimento) -, ma perché ci siamo svegliati solo adesso?”. De Bastiani ha invece sottolineato la necessità di “sostenere le associazioni che si battono contro l’inquinamento e il pericolo dei pesticidi, che sono arrivati sotto le finestre dei cittadini”.

 

Più cauto invece Dus, che sul tema ha mantenuto una certa moderazione: “Non bisogna criminalizzare una categoria importante, ci sono coltivatori sul nostro territorio che lavorano male, ma ci sono anche quelli che lavorano bene”. Dus non si è sbilanciato nemmeno sulla questione del vigneto di San Giacomo, inevitabilmente finita sotto i riflettori ieri sera.

 

Il capogruppo Pd ha ribadito il suo appoggio ai provvedimenti presi dell’amministrazione, come quello che bloccava l’impianto delle barbatelle. Ordinanza impugnata – come altri provvedimenti emessi dal comune – dalla proprietà del vigneto, che ha fatto ricorso al Tar. Provvedimenti definiti da Dus “non vessatori contro la categoria, alla quale tra l’altro appartengo anche io”.

 

Visto il ricorso al Tar, secondo Miatto invece “bisognerà andare a dialogare”. “Hanno ragione entrambi – il commento di Toffoli – sia i genitori che la proprietà. La soluzione è una sola, dialogo e buon senso”. Un intervento subito contestato da De Bastiani: “I genitori sono preoccupati per la salute dei figli, l’imprenditore è preoccupato per il suo profitto. C’è una bella differenza in campo, io so da che parte stare”.

 

Secondo il candidato civico “la questione è legale e tecnica, ed è su quel terreno che dovremo agire”. C’è bisogno però anche di una modifica del regolamento di polizia rurale: “A fronte di un regolamento rimasto fermo, abbiamo avuto un’invasione di vigneti, che vanno ridimensionati”, ha detto De Bastiani.

 

*Assente, per motivi di lavoro, solo il candidato del Grande Nord Valerio Petterle

 



foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
Leggi altre notizie di Vittorio Veneto
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×