04 giugno 2020

Treviso

Pesce senza scadenza e tracciabilità, stangato negozio di Treviso

Inoltre i prezzi non erano esposti. Al titolare sanzioni amministrative per 4mila euro

| Matteo Ceron | commenti |

immagine dell'autore

| Matteo Ceron | commenti |

TREVISO – Negozio di Treviso sanzionato per violazione delle norme igienico sanitarie. Il Nucleo di Polizia commerciale della Polizia Locale di Treviso, nell'ambito dei controlli sul rispetto delle norme anti-contagio, ha effettuato un sopralluogo in un negozio di alimentari nella zona di via Zenson, e sono state riscontrate diverse irregolarità.

 

Il negozio infatti aveva confezioni di pesce senza scadenza e tracciabilità, mancava l’esposizione dei prezzi e sono state riscontrate delle violazioni delle norme igienico-sanitarie. A seguito delle verifiche la merce è stata posta sotto sequestro e poi distrutta. Il titolare dovrà poi fare i conti con sanzioni amministrative per un ammontare di circa 4mila euro.

“I controlli agli esercizi commerciali da parte dei nostri agenti sono quotidiani - spiega il comandante della Polizia Locale Andrea Gallo -. Viene verificato il rispetto di alcune norme fondamentali, in primis quelle relative all'utilizzo di mascherine e guanti da parte dei clienti e dei commessi che manipolano alimentari oltre al rispetto del metro di sicurezza tra le varie persone. L'attenzione è rivolta anche alla qualità del prodotto messo in vendita e l’osservanza delle disposizioni igienico-sanitarie. Durante il sopralluogo in questo negozio molti prodotti sono risultati non a norma e quindi sequestrati”.

 

Il negozio ora sarà tenuto sotto controllo dai vigili, i quali verificheranno non ci sia una reiterazione delle irregolarità, che potrebbero essere pericolose per i consumatori. “In casi come quello sanzionato ieri le verifiche del Nucleo commerciale saranno nuovamente ripetute per evitare nuovi casi - sottolinea Gallo -. Vendere prodotti senza tracciabilità o scadenza può portare a serie conseguenze per la salute. Invitiamo pertanto i consumatori a segnalare ogni situazione anomala direttamente al Comando”.

 



foto dell'autore

Matteo Ceron

Leggi altre notizie di Treviso
vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×