05/02/2023poco nuvoloso

06/02/2023nubi sparse

07/02/2023sereno

05 febbraio 2023

Valdobbiadene Pieve di Soligo

La Perlage di Farra di Soligo è tra i fondatori di "CO2alizione Italia"

Un'organizzazione a livello nazionale come obiettivo di ridurre a zero l’emissione di gas climalteranti entro il 2030

| Tiziana Benincà |

immagine dell'autore

| Tiziana Benincà |

Ivo Nardi Perlage Winery

FARRA DI SOLIGO - È nata a Roma CO2alizione Italia: una rete di una sessantina di aziende che si sono poste come obiettivo quello di ridurre a zero l’emissione di gas climalteranti entro il 2030: tra queste anche la trevigiana Perlage Winery. Per far ciò le ditte aderenti s’impegnano a modificare il proprio statuto societario nei prossimi 12 mesi, aggiungendo l’impegno a raggiungere questo traguardo nei tempi stabiliti. Un’iniziativa privata che ben risponde all’emergenza climatica e che spera di essere da modello per molte altre realtà.

“A 10 anni dal primo studio dell’impronta carbonica aziendale, abbiamo deciso di aderire a Co2alizione per l’Italia con l’obiettivo di affrontare i cambiamenti climatici che hanno un alto impatto sull’agricoltura e conseguenze sulle generazioni future. L’integrazione di tale mission nello statuto richiederà l’impegno di tutti i collaboratori nell’ottimizzare i consumi energetici ma anche dei partner di filiera, che saranno coinvolti nella riduzione delle emissioni. Anche la comunità diventerà veicolo di buone pratiche di riduzione della propria impronta sull’ambiente” commenta Ivo Nardi, amministratore delegato di Perlage Winery.

Una scelta che non spaventa visto che “l’azienda ha sempre perseguito già dalla propria fondazione nel 1985 l’obiettivo di ottenere delle ottime uve trovando delle soluzioni che tengano in equilibrio l’ecosistema del vigneto” spiega Ivo Nardi “Dal 2016 siamo diventati una B-Corp, ovvero con un’estensione di responsabilità sociale d’impresa, che significa un’attenzione non solo verso l’ambiente, ma anche verso i propri dipendenti, fornitori, comunità. Nel 2019 siamo diventati una Società Benefit, ovvero abbiamo variato lo statuto aziendale introducendo questi obblighi di rispetto verso l’ambiente e la comunità. Ora, sempre sotto la guida dell’azienda Nativa, ci stiamo spingendo verso un ulteriore obiettivo futuro, ovvero essere rigenerativi dell’ambiente, con zero emissioni e riassorbimento dell’anidride carbonica”.

L’azienda infatti ha adottato diversi sistemi per diminuire l’uso di energia e sta provvedendo alla piantumazione in diversi parchi e aree del Veneto. “In qualità di società Benefit abbiamo un ingegnere ambientale, Davide Scroccaro, che deve redigere un rapporto annuale su quanto fatto durante l’anno. Tutti i dipendenti sono coinvolti, perché i risultati si raggiungono solo con il contributo di tutti e sommando molti dettagli”.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Tiziana Benincà

Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo
Leggi altre notizie di Valdobbiadene Pieve di Soligo

Dello stesso argomento

immagine della news

20/09/2011

QUORUM CON LE BOLLICINE

La cantina Perlage crea il Prosecco Quorum per brindare anche al prossimo referendum: quello anti Porcellum

22/12/2010

"LA SCUOLA VA IN CITTÀ"

Avviata l'edizione 2011 del concorso che vuole contribuire a ridurre le emissioni di C02

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×