27/01/2023parz nuvoloso

28/01/2023poco nuvoloso

29/01/2023poco nuvoloso

27 gennaio 2023

Montebelluna

Pedemontana: “20 euro per fare 65 km da Malo a Montebelluna: 400 euro al mese, per un pendolare”

Niente sconti ai residenti dei comuni attraversati dalla Superstrada Pedemontana Veneta

| Ingrid Feltrin Jefwa |

immagine dell'autore

| Ingrid Feltrin Jefwa |

Superstrada Pedemontana Veneta

MONTEBELLUNA – Solo una settimana fa la Confartigiano Marca trevigiana aveva chiesto che venissero applicati degli sconti per i pendolari, non solo a beneficio degli utenti ma anche per incentivare l'utilizzo della superstrada. Oggi torna sulla questione Giacomo Possamai, vicentino e capogruppo dei dem in Regione. “Niente gratuità ne agevolazioni per i residenti: la Regione si rimangia l’ennesima promessa sulla Pedemontana”: afferma il capogruppo che illustra le ragioni del suo pessimismo.

“È stata pochi giorni fa l’ing. Elisabetta Pellegrini, direttore di Struttura di Progetto della SPV, a dichiarare che il pedaggio sarà uguale per tutti e non solo non sarà prevista la gratuità per i residenti, ma nemmeno agevolazioni di alcun tipo. Questo è un fatto molto grave, in primis perché in fase di presentazione dell’opera la Regione si era espressamente impegnata a garantire la gratuità per i residenti dei 70 Comuni (di cui 47 vicentini) attraversati dalla SPV. E inoltre perché per l’ennesima volta la Giunta si dimostra sorda di fronte agli appelli delle amministrazioni locali e dei cittadini.

Solo negli ultimi mesi, infatti, da un lato in 15 dei sopracitati 47 Comuni del vicentino è stata approvata una mozione a sostegno della gratuità o perlomeno di agevolazioni per i residenti. Dall’altro, la raccolta firme online che abbiamo lanciato a sostegno di una simile mozione che ho presentato in Consiglio regionale conta oggi quasi 4mila aderenti. A dimostrazione lampante della distanza tra la posizione dei cittadini e quella della Regione. Se poi si aggiunge che la SPV risulta essere uno dei tratti autostradali più costosi in Italia (ben 16 centesimi al km), si comprende ancor di più lo sconcerto dei cittadini.

Per fare un esempio, un pendolare che da Malo si sposta a Montebelluna spenderebbe 20 euro al giorno per fare 65 km in andata e ritorno. Al mese 400 euro escluso il carburante: un costo semplicemente insostenibile. E ora, dopo che amministratori locali e cittadini hanno dovuto sopportare per anni il disagio dei lavori di realizzazione dell’opera, dopo che hanno chiesto a gran voce che le promesse siano mantenute, la Regione si volta dall’altra parte”.

Leggi anche:

Pedemonatana troppo cara: "Tariffe agevolate per i lavoratori delle imprese del territorio"


 

 



foto dell'autore

Ingrid Feltrin Jefwa
Direttrice responsabile

SEGUIMI SU:

Leggi altre notizie di Montebelluna
Leggi altre notizie di Montebelluna

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×