19 ottobre 2021

Castelfranco

Il parto? Sempre più in casa

A Castello di Godego una nuova realtà specializzata

|

|

Il parto? Sempre più in casa

CASTELLO DI GODEGO - Dodici parti in casa in un anno, praticamente uno al mese, in gran parte nella Castellana e nella Pedemontana: un risultato che non era immaginabile quando nel maggio scorso Cuna Spazio Ostetrico ha aperto i battenti a Castello di Godego. Le dodici nascite in casa rientrano nelle ventidue gravidanze seguite a domicilio, dieci delle quali sono accompagnamenti nel travaglio prima di entrare nelle sale parto ospedaliere, gestite dalla realtà di ostetriche libero-professioniste.

A questo si aggiungono più di duecento persone che hanno partecipato agli incontri di formazione. “Un successo che sinceramente non ci aspettavamo un anno fa – spiega l'ostetrica Chiara Stefani che assieme alla collega Maria Angela Masaro ha fondato Cuna (acronimo di Cuore della Nascita, ma anche culla in dialetto)  a Castello di Godego – e che ovviamente ci rende felici”. Il merito è di aver intuito che da parte di molte neo e future mamme vi era il desiderio di un approccio più naturale verso la nascita “che può prevedere il parto in casa, l'accompagnamento, con il travaglio che per quanto possibile avviene tra le mura domestiche, come anche la semplice formazione che riguarda la salute di mamma e bambino, l'allattamento, l'alimentazione nei primi mesi”.

 

Una modalità certamente non nuova quella del parto in casa, ma che ultimamente sta conoscendo una nuova fortuna: “tante futuri mamme e papà cercano informazioni su questa opportunità, vuol dire che la si desidera”. Intanto, proprio nella Giornata internazionale delle Ostetriche è iniziato il compleanno di Cuna: nella sede di via Papa Sarto a Castello di Godego fino a lunedì vi saranno diversi appuntamenti gratuiti (visibili sul profilo Facebook di Cuna www.facebook.com/cunaostetrica/ e prenotando la partecipazione scrivendo a info@cunaostetrica.it).

Ma vi sarà la possibilità di incontrare le ostetriche di Cuna anche domenica, in occasione delle Festa della Mamma e della camminata sul sentiero degli Ezzelini “A spasso con i Popoli” , nei tre baby pit stop lungo il percorso a Treville, Loria e Godego (sacello di San Pietro) dove sarà possibile allattare il proprio piccolo e cambiare il pannolino. 

 

(In foto le fondatrici di Cuna, a sinistra Maria Angela Masaro a destra Chiara Stefani)

 


| modificato il:

Leggi altre notizie di Castelfranco
Leggi altre notizie di Castelfranco

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×