25 ottobre 2021

Cronaca

In partenza il Tour del Brac, per sensibilizzare sulla donazione del midollo osseo

Dal 20 al 27 settembre, Massimo Braconi, detto Brac, freerider professionista, girerà il Veneto come ambassador ADMO per l'effetto farfalla della sensibilizzazione.

| Leonardo Sernagiotto |

immagine dell'autore

| Leonardo Sernagiotto |

Massimo Braconi, soprannominato Brac

VENETO - Il Covid lo aveva bloccato a luglio a pochi giorni dalla partenza del giro per il Veneto a favore del dono. Ora è pronto a partire e a innescare l’effetto farfalla della sensibilizzazione alla donazione. Stiamo parlando di Massimo Braconi, classe 1962, freerider appassionato, professionista delle due ruote, esperto di racconti e diari su avventure mirabili e meravigliose, ma soprattutto portavoce Admo Veneto, l’associazione donatori di midollo osseo.

Spinto dalla volontà di far conoscere la donazione di midollo osseo, in particolar modo tra la fascia più giovane dai 18 ai 35 anni, Massimo Braconi, soprannominato Brac (www.idiaridelbrac.com), ha deciso di percorrere il Veneto in sella alla sua bicicletta, per giungere nelle sedi provinciali Admo e nei relativi centri trasfusionali, e divulgare, insieme a donatori, riceventi, volontari, le giuste informazioni, raccontando testimonianze di dono vissuto, sfatando miti e paure, facendo leva su uno stile di vita sano e toccando le corde della sensibilità grazie a racconti e testimonianze dirette.

Le tappe sono 8, con partenza 20 settembre da Belluno fino a Bassano del Grappa, per poi proseguire, nell’ordine, fino a Treviso/Mareno di Piave, Venezia Mestre, Vicenza, Padova, Rovigo e Verona, per tornare infine il 27 settembre a Belluno. Il Brac sarà accompagnato nel suo percorso dal regista Paolo Aralla (BapuFilm) che documenterà il suo percorso con foto e video, che finiranno in un mini documentario dell’effetto farfalla.

Riguardo l’effetto farfalla, dichiara il Brac: «Il battito delle ali di una farfalla lontana mille miglia da noi può generare un vortice fortissimo dall’altra parte del mondo. Qualcosa di prezioso che rischia di andare perduto può essere recuperato e salvato grazie a un piccolo insignificante fruscio di ali. Così, un’azione minuscola e silenziosa che decidiamo di fare oggi, può portare a conseguenze letteralmente miracolose nell’immediato futuro. Il nostro Tour del Dono, un tour in bicicletta che gira tutto il Veneto, vuole mostrare, raccontare e ricreare l’effetto farfalla».

A sostenere Braconi, oltre a tutti gli amici che vorranno unirsi a lui in tutto il viaggio, in una tappa o solo per pochi km, in sella alla bicicletta, ci saranno alcuni partner importanti: Federalberghi Veneto, Patagonia, DMV Group – Dal Bello, Kayland, Volksbank, Zatta Depurazioni, Sportful-Castelli, Amsi e Collegio Maestri di sci Veneto.

 



foto dell'autore

Leonardo Sernagiotto

SEGUIMI SU:

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×