20 ottobre 2021

Conegliano

Parcheggio "dell'ospedale" a pagamento, tutta la rabbia di Toppan: "Fuori le carte, non lo abbiamo deciso noi"

L'ex vice sindaco attribuisce la rivoluzione "alla governance cittadina attuale"

| Roberto Silvestrin |

immagine dell'autore

| Roberto Silvestrin |

toppan parcheggio ospedale

CONEGLIANO - L’ex vice sindaco Claudio Toppan è parecchio seccato. Il parcheggio “dell’ospedale” entro metà febbraio diventerà a pagamento, e l’amministrazione Chies, di cui Toppan ha fatto parte, è stata accusata di aver introdotto le strisce blu.

 

Ma lui respinge le accuse, dopo le polemiche scoppiate sui social: “Ho chiesto ufficialmente al segretario generale e al commissario prefettizio la documentazione, sempre che esista. Vorrei proprio vedere il documento ufficiale con cui la nostra amministrazione avrebbe introdotto la sosta a pagamento. Io rimango con le mie certezze”.

 

Il provvedimento, in realtà, è solo l’effetto “collaterale” di un accordo più ampio tra comune e Ulss 2. Il parcheggio interrato “San Marco”, all’ex caserma che si trova di fronte all’ospedale, verrà infatti utilizzato e gestito dall’azienda sanitaria, che potrà così recuperare i posti auto che verranno persi a causa dei lavori per l’ampliamento dell’ospedale.

 

Gli stalli del parcheggio di via Bisagno saranno invece gestiti dal comune, che ha introdotto il pagamento della sosta. La delibera del 25 novembre scorso, con la quale si approva l’accordo con l’Ulss 2, porta la firma del commissario prefettizio Antonello Roccoberton, nominato dopo la caduta dell’amministrazione Chies. Lui, però, sostiene che "c’erano degli accordi precedenti tra amministrazione e Ulss. L’accordo era già in fase di definizione”. Quella delibera, però, dice che il comune “potrà anche introdurre la regolamentazione a tariffa”. E Toppan insiste proprio su questo punto: “Abbiamo semplicemente tenuto una possibilità aperta, a beneficio dei nostri successori. La convenzione include la possibilità di far pagare il parcheggio, ma non parla di obbligo”.

 

Sono indignato e contrariato per la decisione di introdurre il pagamento della sosta – continua -. Tale decisione è riconducibile solo ed esclusivamente alle scelte della governance cittadina attuale”. L’ex vice sindaco ha fatto sapere di non aver ricevuto, ad oggi, nessun documento relativo a decisioni prese dall’amministrazione Chies.

 

Non abbiamo mai preso decisioni di quel tipo quando eravamo in carica”, conclude Toppan. Per il vice sindaco si tratta, oltretutto, di una scelta “inadeguata ai tempi odierni e alle esigenze, a me ben note, della tipologia di fruitori del parcheggio, costituita per l’88% da soggetti che si recano o operano nella struttura ospedaliera”.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Roberto Silvestrin

Leggi altre notizie di Conegliano
Leggi altre notizie di Conegliano

Dello stesso argomento

immagine della news

11/10/2021

Conegliano, scintille social tra Toppan e Ferraresi

Le immagini del marciapiede che si trova vicino alla chiesa di Lourdes hanno scatenato il botta e risposta tra Claudio Toppan, attuale esponente di Forza Conegliano, e Alberto Ferraresi, esponente di “Progettiamo Conegliano”

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×