26 gennaio 2020

Altri sport

La pallavolista Cristina Barcellini in corsa alla Corri in rosa di domenica 17 novembre

“Importante esserci per dare un messaggio positivo, anche attraverso la prevenzione”

Altri sport

La pallavolista Cristina Barcellini in corsa alla Corri in rosa di domenica 17 novembre

SAN VENDEMIANO - C’era già stata nel 2017. Quest’anno ci tornerà non più da “camminatrice” ma da runner vera e propria. Lei è una che di sport se ne intende.

Lei è Cristina Barcellini pallavolista campionessa italiana e medaglia in tante rassegne internazionali con la nazionale, che dopo la recente maternità (Gabriele ha quasi 9 mesi) ha ripreso a giocare in serie C. Nel mentre la scoperta di una nuova passione, la corsa. Domenica 17 novembre sarà al via della sesta edizione della Corri in rosa.

Non ci sarà competizione, ma ci sarà da far vincere il messaggio positivo della manifestazione, quello della lotta contro il tumore.

La corsa delle donne per le donne di San Vendemiano vedrà tra le migliaia di partecipanti anche un’atleta che di uno stile di vita sano ha fatto il suo “mantra”. Barcellini, che vive ora a San Fior, è stata molto amata dai tifosi delle Pantere: dal 2012 al 2015 è stata giocatrice dell’Imoco Volley, con cui è stata finalista scudetto nella stagione 2012/2013.

“Sono molto contenta di poter partecipare anche quest’anno alla Corri in rosa – commenta la 32enne – c’ero già stata nel 2017, ritorno con la forte convinzione che più siamo meglio è, tutte insieme possiamo dare una mano concreta contro la lotta al tumore, in questo caso al seno”.

Un tema, quello delle donne, a cui Cristina tiene particolarmente, tanto da aver partecipato a luglio di quest’anno alla #Caorle4women, per dire no alla violenza contro le donne. “Credo davvero che lo sport o ancora prima il sano movimento – aggiunge la pallavolista – possa aiutare a stare bene. Di sicuro muoversi aiuta a mantenersi sani.

E lo sport, in questo casa la camminata, la corsa, è veicolo molto forte per promuovere tutto questo. Essere parte della Corri in rosa è per me un orgoglio, credo nella forza delle donne che insieme possono “smuovere” montagne”.

Ad aspettarla al traguardo, ci saranno il piccolo Gabriele e il papà Omar. La passione di Cristina per la corsa è nata grazie anche alla partecipazione a un contest, “The Mom Factor” lanciato dalla rivista Runner’s World, che dopo due mesi di recruitment l’ha scelta insieme ad altre 5 neomamme per seguirne la “remise en forme” dopo la gravidanza.

La “prova finale” è stata la Deejay Ten, corsa di 10 km che si è svolta a Milano domenica 13 ottobre.

“A spingermi a partecipare è stata mia sorella, che poi appunto mi ha accompagnato proprio a Milano, correndo con me – aggiunge Barcellini – lei corre anche le maratone, io a giugno, alla fine del campionato di serie C che sto disputando con il Team Spes Conegliano, vorrei correre una mezza maratona. Domenica 17 novembre intanto correrò convinta di portare al traguardo questa causa solidale e mi auguro che come me ci siano tantissime altre donne”.

Domenica 17 novembre la manifestazione firmata Maratona di Treviso prenderà il via alle 10 da via De Gasperi, di fronte al municipio. Due i percorsi, di 6 e 12 chilometri.

 

Altri Eventi nella categoria Altri sport

cross
cross

Altri sport

Sabato e domenica nella Città del Santo in palio i titoli regionali assoluti di Veneto e Lombardia. A Vittorio Veneto il 35° Cross Città della Vittoria

Domenica si corre il cross della Vittoria

VITTORIO VENETO - Nel weekend dell’atletica veneta si gareggia a Padova (indoor) e Vittorio Veneto (cross).

la Rosa di Conegliano
la Rosa di Conegliano

Altri sport

Atletica Academy Conegliano e Palextra Events, in collaborazione con E20 Run, lancia la terza edizione della corsa al femminile - e non solo - lungo le strade della città

La Rosa di Conegliano al via il 1 marzo

CONEGLIANO - La Rosa di Conegliano si prepara a “sbocciare” in centro città. L’edizione 2020 della corsa, in programma domenica 1° marzo, partirà e arriverà nel cuore di Conegliano.

la partenza
la partenza

Altri sport

L’evento trevigiano del 25 aprile, giunto alla 49^ edizione, allunga le distanze e incrementa il punteggio a disposizione dei partecipanti per la qualificazione alla celebre gara di Ultra-Trail

Due Rocche, nuovi percorsi con vista sul Monte Bianco

CORNUDA - Duerocche con vista sul Monte Bianco. Il classico evento del 25 aprile sarà valido come prova di qualificazione per l’Ultra-Trail du Mont-Blanc, la gara in ambiente naturale più famosa al mondo. La corsa che ogni anno, a cavallo tra agosto e settembre, porta migliaia di runners a sfidare...

Le società Sportive

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×