24/05/2022parz nuvoloso

25/05/2022pioggia debole e schiarite

26/05/2022parz nuvoloso

24 maggio 2022

Treviso

Paese, tutto pronto per i tamponi in Comune: "24 volontari tra medici e infermieri hanno dato disponibilità"

Il sindaco Uberti: "Il punto tamponi sarà allestito in modalità drive in nel parcheggio della palestra di Padernello"

| Isabella Loschi |

immagine dell'autore

| Isabella Loschi |

 Katia Uberti

PAESE - In provincia di Treviso oltre il 25% dei positivi rientra nella fascia di età scolastica. Da settimane ormai nelle scuole trevigiane si registrano numero record di classi in quarantena e monitoraggio con tantissimi studenti in Dad. Agli studenti l’Ulss2 ha dedicato dei Covid point per poter effettuare i tamponi e di pari passo ha portato avanti il progetto con i comuni per installare dei piccoli centri tamponi comunali per effettuare gli screening scolastici così da alleggerire i Covid point territoriali ed evitare lunghe code alle famiglie.

A Paese, uno dei primi comuni ad attivarsi, è tutto pronto per partire con il Covid point comunale in modalità drive-in allestito nell’area del parcheggio della palestra di Padernello.

“Contiamo di partire in questi giorni, attendiamo solo le attrezzature mediche e il via libera dell’Ulss2”, spiega il sindaco Katia Uberti. A Paese è presente l’istituto comprensivo più grande del Veneto, con 2mila studenti, poi abbiamo 4 scuole parrocchiali e 42 bimbi al nido. Era mio dovere attivare il prima possibile una struttura per effettuare i tamponi ai bambini e ragazzi e alle loro famiglie per agevolarli in un periodo già complicato. Da mamma so cosa significa fare lunghe code ai Covid point con bambini piccoli che hanno la febbre”.

“Abbiamo già montato i gazebo e i container per le attrezzature mediche -spiega il sindaco che ieri ha fatto un sopralluogo a Padernello con Roberto Rigoli direttore sociosanitario dell'Ulss2 e referente del progetto tamponi in comune - . Abbiamo raccolto la disponibilità di 24 tra medici e infermieri, la maggior parte ancora in servizio, per effettuare i tamponi, oltre all’aiuto dei volontari della protezione civile. Non posso che ringraziare ed essere orgogliosa di queste persone che danno il loro contribuito in maniera volontaria per la comunità”. 

La situazione nelle scuole primarie di Paese intanto resta critica. “Abbiamo ancora diverse classi e insegnati in quarantena, ma abbiamo raggiunto il picco. Ora dobbiamo stringere i denti ancora qualche settimana e poi andrà meglio”.

 


| modificato il:

foto dell'autore

Isabella Loschi

Leggi altre notizie di Treviso
Leggi altre notizie di Treviso

Dello stesso argomento

immagine della news

26/04/2022

Paese, fino al 1 luglio non si pagheranno i plateatici

La misura è stata presa dalla Giunta comunale e “allunga” di tre mesi il periodo dopo la fine dello stato di emergenza fissato al 31 marzo. Il sindaco Uberti: “Misura decisiva per favorire la ripartenza”

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×