22/04/2024rovesci di pioggia

23/04/2024pioggia debole e schiarite

24/04/2024pioggia

22 aprile 2024

Esteri

Paese devastato dalle piogge, i coccodrilli nuotano in strada

Il ciclone tropicale Jasper che in queste ore si sta abbattendo sul nordest dell’Australia

| Alessandra Zannini |

immagine dell'autore

| Alessandra Zannini |

coccodrillo australia

Il ciclone tropicale Jasper che in queste ore si sta abbattendo sul nordest dell’Australia, specialmente nell’area del Queensland, è causa di un disastro senza precedenti per via delle inondazioni e delle piogge torrenziali che stanno colpendo migliaia di persone. Si tratta di una situazione d’emergenza, in cui migliaia di sfollati sono ancora in attesa di un piano d’evacuazione mentre tra le zone residenziali vengono trasportati dalla corrente alcuni coccodrilli. Nonostante gli ingenti danni a beni e infrastrutture, le autorità per il momento rassicurano che non sono stati registrati morti o feriti gravi, anche se non vi è ancora un conteggio definitivo per la difficoltà di raggiungere i luoghi colpiti.

 

Ma le previsioni meteo non sembrano migliorare per permettere di chiarire il punto della situazione e porre fine ad uno scenario apocalittico. Le squadre di soccorso, intervenute durante la notte, sono state impegnate nell’evacuazione di un’intera cittadina al fine di mettere in sicurezza più di 300 persone, mentre gli elicotteri dell’esercito prestano assistenza a cittadini rimasti isolati. All’aeroporto di Cairns, gli areai rimangono immobili, sommersi dalle piogge. Dalle immagini giunte sino a noi, si vedono persone in fuga su barche di fortuna e qualcuno prova a rifugiarsi sui tetti.

 

La sfida peggiore è presso le strutture sanitarie, dove nove persone, tra cui un bambino malato, hanno trascorso la notte sul tetto in mancanza dell’intervento delle squadre d’emergenza, impossibilitate a salvarle. Secondo le stime, si contano più di 2 metri di pioggia caduti in quello che è stato definito dal governatore del Queensland Steven Miles «il disastro peggiore che si ricordi» nella zona. L’erogazione di elettricità è stata interrotta e le strade travolte sono fuori uso, complicando maggiormente la distribuzione di acqua potabile. Si prevede che le piogge continuino in concomitanza con l’alta marea e ciò rischia di impattare sulle comunità che vivono tra le zone più esposte sulla costa.

 


Iscriviti alla Newsletter di OggiTreviso. E' Gratis

Ogni mattina le notizie dalla tua città, dalla regione, dall'Italia e dal mondo


 

 

 



foto dell'autore

Alessandra Zannini

Dello stesso argomento

vedi tutti i blog

Grazie per averci inviato la tua notizia

×